L’esattore Monti ha sbagliato i conti: mancano 3,5 miliardi

Allarme per i conti dello Stato: a fronte di maggiori entrate rilevate nei primi quattro mesi del 2012, un miliardo e mezzo in più rispetto al primo quadrimestre del 2011 (+1,3%), le entrate tributarie che ammontano a 117.030 milioni sono state inferiori di 3.477 milioni di euro rispetto alle previsioni annuali contenute nel Def, il Documento di Economia e Finanza. La differenza è del -2,9%. A tale scostamento contribuiscono le entrate del bilancio dello Stato per -3.140 milioni di euro (-2,7%) ed in particolare il gettito Iva che riflette fattori di natura congiunturale. In flessione anche i ruoli per -93 milioni di euro (-4,5%), le poste correttive per -160 milioni di euro (-2,2%) e le entrate tributarie degli enti territoriali per -84 milioni di euro (-1,2%). A certificare l’ammanco è lo stesso ministero dell’Economia, con il Rapporto sulle entrate della Ragioneria Generale dello Stato e del Dipartimento delle Finanze. Intanto l’esattore Mario Monti annuncia un inasprimento della lotta all’evasione: «Siamo stati criticati per essere stati troppo duri, saremo ancora più duri in futuro». Monti, in un’intervista a “Famiglia Cristiana”, settimanale di ispirazione papalina, ha parlato dell’Italia come di «un Paese disastrato» che deve essere «rimesso in sicurezza». Non c’è spazio invece per alleggerire le tasse. Almeno in questo momento. Dalla Corte dei Conti arriva invece un appello per la crescita: attenzione ad aumentare troppo le tasse, il rischio è quello di un ”avvitamento”, di un ”circolo vizioso” che compromette la crescita. L’economia ”asfittica” tra l’altro si fa sentire sul gettito, sotto le attese, anche per i prossimi anni, e ”rende  difficile” conseguire risultati sul fronte della spesa nonostante gli sforzi che vengono fatti. Bene invece l’avvio della spending review: fatto il punto sulla finanza pubblica italiana si torna a puntare l’indice contro l’evasione ”una piaga” che solo per Iva e Irap pesa 46 miliardi di euro l’anno e contro la corruzione dilagante. Saranno mica i pensionati senza conto corrente, questi distruttori della società civile, gli untori della economia nazionale che vivono troppo a lungo, i veri evasori fiscali? Questi falsi poveri che fino ad oggi ci hanno affamato. Ma finalmente è arrivato il giustiziere Mario con la spada dell’equità e il mantello della giustizia sociale che li sistemerà. Voi pensionati, siete la causa profonda del malessere economico in cui la voragine di debito pubblico ci sta inghiottendo. In futuro si potrebbe pensare all’introduzione di una eutanasia per rendere la società libera da questa piaga, oppure sarebbe meglio tracciarli. Ma come non abbiamo fatto a capirlo prima con tutte le intuizioni geniali di questa assise di professori, esperti, economisti di rango che hanno di ben studiato e quindi sanno come e, ancora più importante, cosa fare. Tutti quei pagamenti scivolati nel sommerso, fiumi di capitali che hanno agevolato un’economia parallela non tassata. Tutti quei risparmi portati all’estero, e beffa delle beffe non rientrati con lo scudo fiscale. Chiedete, chiedete agli intermediari finanziari che hanno gestito il rientro dei capitali quanti pensionati, affamatori di nipotini, ne hanno usufruito. Il problema di coniugare poi rigore e crescita resta ma da parte del governo della macelleria sociale si fa presente che, ora come ora, è arduo pensare a tagliare le tasse. A partire dall’Iva che aumenterà (+23%) ad ottobre, e quando tirerà il vento si comincerà a sentire odore di carne morta e depressione.

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.