Bilderberg 2012, la cospirazione del male

Un altro anno, un altro Bilderberg. L’annuale riunione dell’èlite plutocratica mondialista si riunirà in conclave dal 31 maggio al 3 giugno 2012, negli Stati Uniti del Nord, a Chantilly, in Virginia, nel lussuoso Hotel Westfields Marriott Washington Dulles. Contrariamente alle voci che ne indicavano la sede iniziale del meeting del comando oligarchico presso il Mansion Rothschild di Haifa in Israele. Sarà un anno importante per l’agenda degli oligarchi mondialisti che operano per la realizzazione del progetto che prevede la instaurazione di un unico governo mondiale: siamo sull’orlo di una guerra con la Siria o l’Iran, c’è la crisi economica globale, la moneta artificiale Euro, e il dollaro Usa che spingeranno per un governo più globale o meglio per un nuovo ordine mondiale. Ci saranno 120 autorevoli criminali al raduno, tutti appartenenti alle potenti lobbies industriali che vanno dalle case farmaceutiche (chimica e militare), guarda caso quelle che stanno attuando le disconosciute scie chimiche: gli avvelenatori di fiducia della Bayer, Aventis Deutschland (ex Hoechst AG), Basf, IG Farben, che probabilmente decideranno cos’altro dovranno spruzzare sulle nostre teste. Al tavolo dei potenti gruppi plutocratici sarà presente l’Alta finanza ebraico massonica internazionale che giocherà un ruolo fondamentale per influenzare le prossime elezioni presidenziali Usa che si terranno nel novembre 2012. Attendiamoci quindi delle sorprese per questo 60° meeting mondialista di criminali che “illuminano” la grande ribalta politica usuraia internazionale. Di certo non mancherà l’ultraottantenne David Rockfeller (classe 1915), banchiere statunitense e massone dichiarato, sesto figlio di John Davison Rockefeller, l’unico ancora in vita e perciò patriarca della famiglia, tra i fondatori del Club Bilderberg. Tra le sue memorie un’affermazione eloquente: «Noi controlliamo le istituzioni politiche ed economiche americane. Alcuni credono che facciamo parte di una cabala segreta che manovra contro gli interessi degli Stati Uniti, definendo me e la mia famiglia internazionalisti, e di cospirare con altri nel mondo per costruire una struttura politica ed economica integrate, un nuovo mondo, se volete. Se questa è l’accusa, mi dichiaro colpevole, e sono orgoglioso di esserlo». L’obiettivo che il gruppo Bilderberg mira a raggiungere è quello di rimpiazzare ciò che rimane degli stati nazionali con una serie di unioni regionali, da controllare tramite le Nazioni Unite, rendendo illegale ogni tipo di nazionalismo, indebolendo fino alla completa estinzione le residue incompatibilità tra sistema economico monetario e sovranità nazionale.

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.