Mario Monti, il premier ideale delle banche

Oggi chiunque abbia provato a seguire, sui mezzi di rimbecillimento di massa, l’andamento dell’economia italiana avrà finito per smarrirsi, travolto dal flusso inarrestabile e continuo di percentuali e previsioni: Prodotto interno lordo e Debito pubblico sono gli strumenti per intendere lo stato di salute economica del BelPaese, e non passa giorno senza che qualche esperto imbellettato enunci la ricetta che dovrebbe risollevare le sorti delle nostre finanze. Improvvisamente s’è detto, non si sa in base a quali dati reali, a quale miracolo economico la forbice è andata allargandosi con l’avvento del nuovo messia bocconiano Mario Monti. Ci fu la telenovela strappalacrime della dell’ex membro della commissione di esperti della Banca Mondiale (che non è certo un ente di beneficenza), Elsa Fornero commossa. Non male. Intanto i quotidiani riempivano le pagine di tabelle e grafici su aliquote, contributi, tassi di crescita ed evasioni fiscali. Mentre il governo fantoccio della Bce, sfruttando la curiosità generale su tali cose, assestava violenti tagli alle pensioni e alla spesa pubblica, riempendo di balzelli la casa di proprietà e la benzina. Ogni tanto si sente dire che Monti ha evitato la bancarotta. Peccato che a conti fatti, in bancarotta ci stiamo andando lo stesso, e ci arriveremo nelle condizioni della Grecia. Non ci vuol molto a capire che la speculazione usuraia ben pilotata da fiduciari apolidi genuflessi alle cosche dell’Alta finanza ha ben altri fini dal cambiamento di un governo che sia servilmente allineato. Ci vuole di più. Il ricatto del popolino bue con il trucco dello spread che non ha nessun collegamento con la reale situazione economica. È solo uno strumento ricattatorio fondato sulle agenzie di rating (private) e fuori da ogni controllo, dove i controllati controllano i controllori. Lo scopo finale è depredare le ricchezze dei Popoli sfruttati dalla usurocrazia e impoverirli fino a renderli sudditi impotenti. La colpa di questo governo di banchieri è della maggioranza criminale che lo sostiene. Si dice che a salvare l’Italia ci siano voluti dei tecnici in quanto i politici erano talmente ignoranti che non ne sono stati capaci. Nonostante la propaganda di Monti con tutti i vari decreti Salva-Cresci Italia che sono bolle di sapone, bufale mediatiche ed esoterismi accademici che non risolvono minimamente i problemi degli italiani e della nazione, e delle sue misure strombazzate da media indecorosi, la situazione è peggiorata: lo spread vola a 390 punti base ai massimi da fine gennaio e Piazza Affari sprofonda. Le banche sono parte di questo sistema, il potere che ci taglieggia. Il potere quotato in Borsa è solo la punta dell’iceberg. Noi ci impoveriamo per ingrassare loro. L’Italia che rischiava la bancarotta, si dice, è stata momentaneamente salvata, di certo a favore delle banche e a danno degli italiani. Abbiamo quindi ragione di ritenere che l’Italia ora, è una Repubblica fondata sulle banche. E la sovranità appartiene ai Titoli di Stato. Quando il denaro tornerà all’usuraia Bce, non si lascerà alle spalle fabbriche che producono benessere e ricchezza, ma solo una montagna di altri debiti per un Popolo di zombie perseguitasto dai vampiri della finanza. Lo stesso denaro creato dal nulla, preso a prestito dalla Bce (all’1%) per rinnovare il debito pubblico, e che gli italiani pagheranno dalle loro tasche. Ecco come i signori del denaro e dell’usura che governano il destino del mondo continuano impunemente a sottrarre, anzi, estorcere denaro. E la politica finge sdegno facendo a gara a chi si dimostra il più fedele al padrone di turno, per mantenere il pubblico nell’ignoranza e nella mediocrità. Il boiardo Mario Monti, economista di stampo mondialista, profeta del turbocapitalismo e del governo mondiale, idolatrato da tutti gli schieramenti politici, è il premier ideale delle banche.

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.