Disoccupazione record a febbraio: +9,6%. E stiamo tutti bene

Mentre in Italia i 10 individui più ricchi posseggono una quantità di ricchezza più o meno equivalente ai 3 milioni di italiani più poveri (il dato emerge da uno studio pubblicato dalla Banca d’Italia “Ricchezza e disuguaglianza in Italia” di Giovanni D’Alessio, n.115, febbraio 2012) il tasso di disoccupazione registrato nel mese di febbraio dall’Istat su stime provvisorie, risulta pari al +9,6%. Dati ancora più allarmanti per quanto riguarda il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) che è al 31,9%, in aumento di 0,9 punti  percentuali rispetto a gennaio e di 4,1 punti su base annua, il tasso più alto da gennaio 2004, cioè dall’inizio serie storiche mensili. In assoluto su base annua il numero dei disoccupati è aumentato del 16,6%, ovvero di 335.000 unità, raggiungendo quota 2,354 milioni (+1,9%, 45.000 unità rispetto a gennaio). Nonostante i massicci incentivi alle banche messe all’ingrasso, alle assicurazioni, ai gruppi che controllano un’altra miriade di corporations, e nonostante l’enorme socializzazione delle perdite, i sostenitori delle infami politiche neoliberiste stanno contribuendo all’arricchimento degli esclusivi interessi della borghesia industriale unitamente alla precarizzazione del mondo del lavoro, creando un esercito di disoccupati e avvicinando i lavoratori all’orlo del baratro sociale. Ma il boiardo Mario Monti, intervenendo al “Boao Forum for Asia”, la Davos d’Oriente in Cina rassicura: «Crisi superata, Italia solida». Senza vergogna.

Annunci

1 commento

  1. […] Mentre in Italia i 10 individui più ricchi posseggono una quantità di ricchezza più o meno equivalente ai 3 milioni di italiani più poveri (il dato emerge da uno studio pubblicato dalla Banca d’Italia “Ricchezza e disuguaglianza in Italia” di Giovanni D’Alessio, n.115, febbraio 2012) il tasso di disoccupazione registrato nel mese di febbraio dall’Istat su stime provvisorie, risulta pari al +9,6%. Dati ancora più allarmanti per quanto riguarda il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) che è al 31,9%, in aumento di 0,9 punti  percentuali rispetto a gennaio e di 4,1 punti su base annua, il tasso più alto da gennaio 2004, cioè dall’inizio serie storiche mensili. In assoluto su base annua il numero dei disoccupati è aumentato del 16,6%, ovvero di 335.000 unità, raggiungendo quota 2,354 milioni (+1,9%, 45.000 unità rispetto a gennaio). Nonostante i massicci incentivi alle banche messe all’ingrasso, alle assicurazioni, ai gruppi che controllano un’altra miriade di corporations, e nonostante l’enorme socializzazione delle perdite, i sostenitori delle infami politiche neoliberiste stanno contribuendo all’arricchimento degli esclusivi interessi della borghesia industriale unitamente alla precarizzazione del mondo del lavoro, creando un esercito di disoccupati e avvicinando i lavoratori all’orlo del baratro sociale. Ma il boiardo Mario Monti, intervenendo al “Boao Forum for Asia”, la Davos d’Oriente in Cina rassicura: «Crisi superata, Italia solida». Senza vergogna. Il Graffio News […]


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.