Good morning Napolitano!

All’indomani del blitz delle teste di cuoio britanniche e nigeriane in cui hanno perso la vita i due ostaggi, il britannico Chris McManus e l’italiano, Franco Lamolinara, il cameriere del nuovo ordine mondiale Giorgio Napolitano, a sua insaputa e invelenito dalle emorroidi, ha definito “inspiegabile” il comportamento del governo inglese che non avrebbe informato e consultato l’Italia rispetto all’azione di forza compiuta, chiedendo altresì un “chiarimento” sul piano politico e diplomatico con Londra. Parole di irritazione a cui la perfida Albione ha replicato con prontezza sbeffeggiando il peggiore presidente della storia della Repvbblica. “Non è inspiegabile. Ciò che è successo è spiegabilissimo”, ha ribattuto il ministro della Difesa britannico, Philip Hammond. Inoltre, “l’Italia non aveva sollevato alcuna obiezione su una possibile operazione”, ha aggiunto il portavoce del premier britannico, David Cameron, che ha avallato le ricostruzioni dei media inglesi. Le cronache raccontano anche di un Mario Monti irritato dal rumore dello sciacquone dei vicini Cameron. La ricostruzione dei fatti proposta da Downing street e dal Foreign office non lo convincono affatto tanto che promette di verificare autonomamente l’accaduto. E il preside bocconiano, che ha aggiunto al super-rutto un’altra arma di seduzione, ha chiamato il presidente nigeriano Goodluck Jonathan per fare l’inventario dei danni. Del resto, in gioco c’era la vita di un cittadino italiano e il nostro governo a sovranità limitata ha il diritto, oltre che il dovere, di assicurare la sua protezione. Da quando il professionista della resistenza è salito al Quirinale, il suo ritornello preferito e che va recitando in tutte le sedi e in tutte le occasioni, è quello delle proclamazioni democratiche. Come se non bastasse il caso dei due fucilieri del reggimento San Marco detenuti nel carcere di Trivandrum, sperduto buco dell’India, per il quale l’inquilino del Quirinale, strafottendosene, ha detto “Bisogna agire con la massima prudenza, evitando incrinature con l’India“, ecco che arriva il tragico caso dell’ingegnere italiano Lamolinara a evidenziare quanto poco (per non dire nulla) conti l’Italia sulla scena internazionale. La manifestazione muscolare dello gnomo ne rivela all’opposto la spaventosa debolezza. Le contraddizioni su cui si reggono entrambe gli avvenimenti condurranno l’esecutivo tecnico del boiardo Monti all’umiliazione del BelPaese. Non disturbare insomma i governanti indiani che da settimane insultano l’Italia e gli italiani, e non pretendere chiarimenti e scuse dal governo britannico. Per Napolitano va bene così, e se il clima politico si scalda, per Lui è un doppio piacere, lotta dura e sacco a pelo morbido.

Annunci

2 commenti

  1. COSE INTERESSANTI

    http://vtrenews.ilcannocchiale.it/

  2. E se i due fucilieri di marina fossero davvero due assassini?


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.