Però, quanto è bella la democrazia!

Perchè il settimanale americano Time è convinto che gli italiani siano così stupidi? La prima certezza è che gli italiani non conoscono bene Mario Monti. La seconda è che Mario Monti conosce bene gli italiani. Mario Monti, qualche giorno fa in copertina sul prestigioso magazine venne descritto come l’uomo europeo più importante. In Italia partì la corsa alla celebrazione di questo prestigioso riconoscimento internazionale, il servigio reso è stato quasi unanime, senza fare attenzione a una piccola curiosità: il Time con Monti in copertina era l’edizione europea e asiatica. Al premier italiano, in visita negli Stati Uniti, il Time non ha concesso la copertina della più prestigiosa edizione americana. Per quella hanno preferito un cane. «La vita politica quotidiana ha diseducato gli italiani. Dobbiamo dare un senso di meritocrazia e concorrenza», disse il professore bocconiano. Gli italiani devono avere quante più informazioni possibili su chi li amministra. Sin dall’inizio del suo mandato Mario Monti aveva sottolineato che alla base dell’operato del suo governo doveva esserci la trasparenza. Gliene diamo atto. Nell’Italia dell’austerity e dei sacrifici imposti dalla crisi, chiunque può scoprire come è articolato il patrimonio mobiliare e immobiliare del premier tecnico leggendo il documento Trasparenza (leggi in basso) della posizione patrimoniale e reddituale dei titolari di cariche di governo, reso pubblico martedì sera.

I coniugi Mario e Elsa Antonioli in Monti, sono monomarca e preferiscono le autovetture Lancia. Hanno una Lancia Dedra del 1995 e una Lancia Kappa del 1998. Al contrario non sono inclini a lussi come barche o aerei privati: nel loro patrimonio, quello pubblicato online, non ce n’è traccia. Tracce ci sono, invece, di solidi investimenti bancari. Monti ha un debole per il gruppo Intesa, quello che fino a novembre era presieduto da Corrado Passera (reddito complessivo 2011 di circa 3,5 milioni di euro) oggi ministro dello Sviluppo economico del governo tecnico, ma si “fida” anche di Bnp Paribas.

I coniugi Monti, ad oggi, risultano proprietari di 3 appartamenti, 2 a Milano e 1 a Bruxelles, un ufficio e due negozi a Milano, un negozio e 9 unità abitative a Varese.

Come è noto ai malevoli, il presidente del Consiglio ha rinunciato ai compensi da premier e da ministro. Così  la carica di senatore a vita  (il regalino di Napolitano prima della sua incoronazione) che ricopre dal 10 novemnbre resta l’unico incarico politico remunerato ricevendo un compenso annuo lordo di 211.502 euro.

I compensi annui lordi percepiti per lavoro dipendente o assimilato, lavoro professionale e diritto d’autore negli anni 2009-2010 e 2011 (fino al 9 novembre) ammontano a 3.068.981 euro. Dai dati relativi ai singoli anni, spicca un aumento del reddito di oltre il 90% tra il 2009 (709.016 euro) e il 2010 (1.350.965 euro).

Quindi l’autorevole professore si è arricchito quanto un piccolo industriale e dieci volte più di un professore ordinario di economia solo con soldi pubblici o di grandi banche legate ai governi come Goldman Sachs. Insomma, possiamo dire senza essere smentiti che Monti è molto ricco e che una Patrimoniale (tassa sui grandi patrimoni) sicuramente non conviene a lui nè ai suoi ministri.

Sia Monti sia la signora Antonioli sembrano sensibili alla solidità del mattone. Con percentuali diverse, infatti, Monti possiede tre appartamenti, due a Milano e uno a Bruxelles, un ufficio e due negozi a Milano, un negozio e 9 unità abitative a Varese. Le proprietà di Varese e uno degli appartamenti di Milano sono di sua proprietà al 100%. Per gli uffici e i due negozi di Milano la quota di proprietà è pari a 40%. Gli altri immobili sono detenuti da Monti al 50%.

Anche la first lady tecnica ha un patrimonio immobiliare di tutto rispetto: oltre al 50% dell’appartamento di Bruxelles, le sono intestati un seminterrato a Milano, una casa di campagna con giardino a Lesa, in provincia di Novara, quattro unità abitative a Milano, 1 ufficio e 2 negozi a Milano.

La moglie di Cesare è cointestataria al 50% della liquidità di 127.000 euro presente sul conti Ing di Bruxelles e delle obbligazioni, liquidità e gestioni patrimoniali dichiarate dal marito sul conto milanese della Deutsche Bank (1.312.000 euro). Personalmente è intestataria al 100% di un conto acceso a a Milano per Bnp Paribas, dove sono disponibili 1.306.000 euro.

Monti invece non possiede azioni di singole società. Possiede fondi comuni, Etf, gestioni patrimoniali che investono anche in azioni, “ma a totale discrezione del gestore e senza coinvolgimento del dichiarante”.

La maggior parte del patrimonio finanziario, pari a 5.379.000 euro, è invece depositata su un conto corrente e in un deposito titoli presso la banca Intesa Sanpaolo. Ci sono poi 4.685.000 euro depositati presso la Bnp Paribas.

Sempre a Milano, presso la Deutsche Bank, in un conto corrente cointestato al 50%, Monti vanta obbligazioni, liquidità e gestioni patrimoniali per 1.312.000 euro. Chiudono il quadro le liquidità presenti su conti correnti Ing a Bruxelles (127.000 euro) e Ubi Banco di Brescia (Milano).

Oggi a loro, domani a tutti…

Ma il gioco è tutto truccato in partenza. Non è lo Stato che vuole un rendiconto dei beni e dei consumi dei suoi cittadini, ma l’Alta finanza e le Banche d’affari per eventuali depredazioni e bottini da pianificare nel dettaglio, cittadino per cittadino. Pensionati inclusi. Tutto fa brodo pur di rastrellare il vile denaro, secondo la logica della dittatura finanziaria mondialista: il PRIVATO è PUBBLICO e va centralizzato.

Intanto noi poveri stupidi, ai quali hanno chiesto sacrifici “lacrime e sangue” potremo consolarci facendo i guardoni del sociale e del fiscale via Internet e dire: Però, quanto è bella la “Democrazia”!

Dichiarazione patrimoniale

Annunci

1 commento

  1. […] rimbecillimento di massa governata e diretta dalla malafede della servile disinformazione italiota (la colossale balla della copertina del Time) sempre pronta a rendere al meglio il servio al governo ombra imposto agli italiani con un colpo di […]


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.