Declassamenti di massa

Standard&Poor’s ha fatto strike! Con un declassamento di massa, i debiti sovrani dell’Eurozoccola sono stati declassati: Austria e Francia perdono il giudizio di massima affidabilità creditizia passando da AAA a AA+. Per la Francia il downrating è una sconfitta bruciante, ora Sarkozy non ride più. La Spagna passa da AA- ad A, il Portogallo passa da BBB a BB-, e l’Italia del boiardo riformista Monti che retrocede di due livelli (A/BBB+). Declassate di un livello anche Malta, Slovenia e Slovacchia. Tra i grandi si salva solo la Germania che mantiene il rating AAA insieme a Olanda, Irlanda, Finlandia, Estonia, Belgio e Lussemburgo. Resta quindi l’outlook negativo per 14 Stati su 15, tranne la Germania. Si è imposta la linea tenuta dalla culona inchiavabile di Berlino, in accordo con l’usuraia Banca Centrale Europea: taglio di centinaia di migliaia di posti di lavoro, innalzamento dell’età pensionabile e riduzione dei salari del pubblico impiego. Il piano “Salva Stati” che Ue, Bce, Fondo Monetario Internazionale e Federal Reserve hanno messo in campo a dicembre scorso servirà a poco. Prendere tempo rimane la parola d’ordine. Da un lato il tempo sarà utile all’Italia per portare avanti il piano di riforme (sic), consolidamento fiscale e macelleria sociale che il governo dei banchieri del preside Mario Monti sta mettendo a punto a colpi di liberalizzazioni selvagge. Dall’altro il tempo servirà all’Eurozoccola per costruire un’exit strategy (di comodo) per arginare l’eventuale default della Grecia, sempre più vicino. I maggiori broker mondiali stanno infatti testando gli effetti di un collasso dell’euro e dell’uscita dalla moneta unica di un solo soggetto: la Grecia. Replicando in forma virtuale una valuta per tutto simile alla dracma greca. Lo scopo è capire a che livelli potrebbero essere gli scambi contro euro e dollaro nel caso la Grecia uscisse dall’eurozona. L’Eurozoccola non è ancora al collasso, ma poco ci manca.

Nella tabella, le classi di rating secondo
le tre agenzie della speculazione globale 

L’Italia,

il BelPaese pallonaro con le pezze al culo, 60 milioni di pecore al pascolo e 945 porci in parlamento a 16.000 euro al mese protagonisti principali della grande macelleria sociale, un debito pubblico da 1.909,192 miliardi di euro, 2.142.000 disoccupati, 500.000 lavoratori in cassa integrazione a zero ore, 3.000 suicidi all’anno, la terza economia europea, l’ottava potenza mondiale, la benzina oltre 1,70 euro al litro, 10.000 soldati sparsi per il mondo a distribuire caramelle e palloncini colorati ai bambini per ordine dei padroni di Washington e Tel Aviv, 135 caccia da guerra F35 e 2 sommergibili in lista di attesa, 3 cellulari a testa, la Juventus e lo scudetto del 2006, le barzellette dello stallone di Arcore, le “ripassatine” di Guido Bertolaso, le vergogne del dopo-terremoto a L’Aquila, il mezzanino di Scajola con vista su un rudere (il Colosseo), il servo dei giudei Fini e la casa a Montecarlo, la “nipote di Mubarak” Ruby alias Karima Heyek, alias Karima El Mahroug l’agente del Mossad “Karima” di cui parla l’ex agente reclutatrice marocchina (del Mossad) Nabila Flika, le corna di Fabrizio Corona, il baciamano a Gheddafi, il Gratta e Vinci, Bruno Vespa e i salotti al profumo di pane e vaniglia, le scalate bancarie, Ustica, Cirio, Parmalat, il parmigiano e la Ferrari, la festa-truffa per decreto nei 150 anni dell’Unità d’Italia (mancavano ancora Veneto e Friuli, Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige e Roma. Ma è solo una formalità, ci penseranno Napolitano, Berlusconi, Fini e Schifani a tenere alta la bandiera dell’orgoglio patriottico), dopo l’ennesimo calcio in culo di Standard&Poor’s ha raggiunto la Colombia (per la posizione attuale di tutti gli Stati è sufficiente andare nel sito della Standard&Poor’s, dove sono elencati i link diretti).

E come nella lieta novella…

con un gran colpo tonante di culo – scusate, con un colpo di Stato per non offendere la sensibilità delle tenere menti, il cameriere del nuovo ordine mondiale Giorgio Napolitano genuflesso alle oligarchie plutocratiche che vollero commissariare l’Italia, nominò premier il boiardo della Trilateral, Mario Monti, per abbassare lo spread!

Ahi, serva Italia…

Alle 11:00, ora solare di Città del Vaticano, il Papa Benedetto XVI avrà un’udienza con il preside Mario Monti, (gli schiavi al servizio della disinformazione di massa dediti al rimbecillimento popolare lo chiameranno invece “sobrio incontro di lavoro”) incontrandolo nella Sala della Biblioteca di Palazzo apostolico, al suo debutto oltre il Portone di bronzo.

Il boiardo della Trilateral Commission, o ellitticamente Commissione Trilaterale, dispensatrice del credo massonico che è responsabile di idee filosofiche e concezioni morali opposte e quindi di attività sovversiva nei confronti della dottrina cattolica – enciclica «Humanum Genus» di Leone XIII –, “si inchinerà” al Papa per baciare l’anello pontificio?

Assolutamente NO.

Per Leone XIII, talune responsabilità si riconducevano essenzialmente a un naturalismo razionalista, ispiratore dei suoi piani e delle sue attività contro la Chiesa. Nella sua Lettera al Popolo Italiano «Custodi di quella fede» egli scriveva: «Ricordiamoci che il cristianesimo e la massoneria sono essenzialmente inconciliabili, così che iscriversi all’una significa separarsi dall’altra».

Concessa a nemmeno due mesi dall’insediamento del governo dei banchieri, l’udienza non si preannuncia come un incontro di routine: oltre a dare visibilità all’apprezzamento della Santa Sede per un esecutivo condito da autorevoli personalità cattoliche, esso servirà a un nuovo check-up sui temi che più stanno a cuore ai vertici della Chiesa…la cura delle anime.

Certo. Basta crederci!

Advertisements

3 commenti

  1. […] dopo l’ennesimo calcio in culo assestato dall’agenzia di speculazione internazionale Standard&Poor’s, si ritrova sul groppone un debito pubblico nazionale da 1.905,012 miliardi di euro, come se per […]

  2. […] nella sua enciclica “Humanum genus” (CUI EVIDENZIO UN VOSTRO PRECEDENTE POST – DECLASSAMENTI DI MASSA – IN CUI VIENE CORRETTAMENTE FATTA MENZIONE E AL QUALE RISPONDERÒ AL VOSTRO QUESITO), contro […]


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.