I figli prediletti della bramosità di rapina

«I politici non sono altro che i camerieri dei  banchieri» (Ezra Pound). Dopo l’ultimo colloquio con il cameriere del nuovo ordine mondiale Giorgio Napolitano, la riserva è stata formalmente sciolta: il presidente della Trilaterale e membro Golman Sachs, Mario Monti (nominato per abbassare lo spread), ha incaricato gli “autorevoli” gangsters dello stato sociale e delle politiche usuraie. ll giuramento dei novelli giuda si è tenuto nel Palazzo dell’Inganno. I potentati internazionali, le oligarchie finanziarie e le banche usuraie, ringraziano i nuovi “scavezzacolli” preposti a servire l’Alta finanza liberista che controllerà le politiche economiche del BelPaese. L’unica garanzia che invece daranno sono gli aumenti dei costi e tagli ai servizi. Insomma, costituzione, democrazia, partecipazione popolare e bla, bla, bla vanno andranno bene per obbedire ai dettami dei padroni dei clubs mondialisti. Il sistema economico-finanziario al potere afferma che è in atto una grave crisi nel dominio dei flussi di capitali, negli scambi, nella liquidità bancaria. Miliardi di soldi in questi giorni vengono “bruciati” dalle borse che affondano a picco. Nel gergo della globalizzazione mondialista dei mercati e nel lessico della speculazione dettata dall’usurocrazia finanziaria, “bruciare capitali” è il credo capitalista dell’affare che si sviluppa nello strangolamento dell’economia globale. Trattasi di predazioni liberiste ai danni dell’economia dei lavoratori, mentre cresce la spesa di uno Stato depredato di ogni politica di tutela sociale, ed escluso dalla gestione delle aziende strategiche nazionali. L’Alta finanza internazionale chiede degli interventi dei singoli Stati per salvare le banche sull’orlo del fallimento. Ma se si deve ricorrere al pubblico, perchè invece non si nazionalizzano le banche e la grande industria? Che questo Stato di truffaldini, orfano di autodeterminazione e sovranità, abbia un minimo di decenza, una minimale impennata di orgoglio, subordinando gli interessi delle banche e della finanza agli interessi della gente che lavora e continua stringere la cinghia. Il disastro attuale ha un’origine precisa: il vampirismo che da sempre caratterizza l’egemonia bancaria. L’èlite oscura degli oligarchi plutocratici, dall’alto della piramide si godrà lo spettacolo di rovine con cui l’Italia sarà ricoperta.

Annunci

4 commenti

  1. […] Goldman Sachs, presidente della Trilateral Commission per la Regione Europea e neopresidente “tecnico“, Mario Monti (nominato per abbassare lo spread), in Senato. Fatevi i fatti vostri. Il suo […]

  2. […] di Marco Cedolin, sotto riportato, che l’opinione del blogger “de Il Graffio” in I figli prediletti della bramosità di rapina prendo atto che per il Corriere bastano i sondaggi unilaterali, condotti con chissà quale campione […]

  3. […] e finanziario dell’ectoplasma Ue? L’Europa delle banche non piace a nessuno, mentre l’Italia commissariata da un non eletto gangster della Trilateral con un colpo di Stato finanziario, paga il dazio di aver […]

  4. […] mano il sacchetto delle proclamazioni democratiche, ha difeso il suo operato e la legittimità del governo dei banchieri (da lui nominato) del boia bocconiano e docente trinariciuto Mario Monti: «È una grave leggerezza […]


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.