I sicari dell’economia europea

L’offensiva dei sicari dell’economia europea sta sferrando l’attacco decisivo utilizzando la potente arma del debito che, come da noi socialisti nazionali più volte denunciato, si sta rivelando una vera e propria arma di distruzione di massa, molto più forte ed efficace delle armi belliche conosciute. Tiriamoci fuori dal triangolo che ha i suoi punti cardinali a Washington, Londra e Tel Aviv. Il governo greco ha finalmente mostrato il coraggio di rimettere la decisione finale al popolo. Se il popolo deve fare sacrifici lacrime e sangue è giusto che sia il popolo a decidere del proprio avvenire prima ancora che gli usurai lo privino del lavoro, dei servizi pubblici essenziali, dell’assistenza sanitaria, di una scuola all’altezza dei tempi e delle nuove sfide, delle pensioni. È giunto il momento della ribellione sociale prima di rimanere intrappolati nelle maglie del previsto stato di polizia elettronico gestito dal governo (ombra) mondiale. È arrivata l’ora di prendere consapevolezza dei veri obiettivi e delle azioni dei sicari dell’economia europea e mondiale. Dobbiamo chiederci perché nessuno dei più importanti mezzi di informazione non ritenga di indagare sulle mosse e sulle decisioni prese segretamente dal “Gruppo Bilderberg” e di altri gruppi simili. Si tratta di gruppi criminali che nulla hanno da invidiare alla criminalità mafiosa, formati dalle menti più rappresentative e perverse del mondo economico, politico, industriale, militare. La Nato è lo strumento ideale per realizzare i loro piani di guerra permanente e le loro politiche di ricatto economico o nucleare a seconda delle circostanze. I membri di questi gruppi gestiscono le Banche centrali, così si trovano nella posizione di poter stabilire i tassi di interesse, i livelli di emissione della moneta, il costo del denaro, quello dell’oro, del petrolio e di tutte le materie prime necessarie al lavoro e alla produzione. Manipolando l’emissione del denaro e gestendo la rete degli affari mondiali, mettono al collo dei popoli e degli stati il cappio dell’usura, guidati solo dalla volontà luciferina di accaparrarsi denaro e potere. Nei giorni del 28 e 29 ottobre – da Sansepolcro – noi socialisti nazionali, abbiamo lanciato ufficialmente il sasso della rivolta sociale e del riscatto nazionale. Liberiamoci dai liberatori, il grido di battaglia; mandiamo a casa i camerieri dei banchieri, riprendiamo l’iniziativa, scendiamo in strada tutti insieme, al di là degli steccati ideologici, per reclamare un referendum abrogativo di quei trattati capestro sottoscritti senza il consenso popolare, consapevoli che le manovre, le manovrine e le varie proposte dell’attuale classe politica di destra, di centro o di sinistra, servono soltanto a soddisfare le fameliche bramosie degli usurai internazionali, ma non certamente a farci uscire da una crisi economico-finanziaria e morale che è strutturale ed è sistemica.

da Stelvio Dal Piaz, FRONTE COMUNE

Annunci

3 commenti

  1. E’ di qualche giorno fa la notizia che il governo greco, a Cannes, si è inginocchiato e messo sotto scacco ha rinunciato a dare la voce al popolo. oggi è stato nominato il nuovo presidente ex BCE.
    Urge trovare un modo per organizzare un controffensiva internazionale. Ci stanno dichiarando guerra.
    grazie.
    vi seguo sempre con attenzione.
    davide

  2. […] Isicari dell’economia europea di Stelvio dal Piaz – Fronte Comune […]

  3. […] rifiutare l’euro, una moneta fasulla che non ci appartiene, e la logica del debito. Occorre osteggiare quest’Europa che è solo un bordello gestito dai lenoni di Washington. Riprendiamoci l’indipendenza e la […]


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.