NELLA GIOSTRA DEL DEBITO PUBBLICO NAZIONALE

Fumata bianca per il board di Palazzo Koch. Ignazio Visco (61 anni, napoletano) sarà il nuovo inquilino alla guida della Banca d’Italia, il decimo dal 1928, succedendo a Mario Draghi che nel giorno del commiato ha rivolto oggi un indirizzo di saluto a Jean-Claude Trichet in occasione del “event to mark the end of Mr. Jean-Claude Trichet’s term as President of the ECB” alla Alte Oper di Francoforte, passando alla guida della Banca Centrale Europea. Altro giro, altro banchiere. Il governo neoliberista, antipopolare e antinazionale di centrodestra, con l’avallo delle pseudo opposizioni di centrosinistra – Bersani (Pd): «Bene, risponde a requisiti di autorevolezza e autonomia» – ha portato a termine l’incarico voluto dall’Alta finanza che “illumina” le grandi ribalte economiche internazionali. I mercanti dell’Unione Europea sopravvissuti a Maastricht, l’oligarchia mondialista depositaria del potere economico, i tecnocrati-funzionari dell’apparato di potere plutocratico installato nei CdA delle banche, potranno spianare la strada alle definitive liberalizzazioni e privatizzazioni del sistema Italia, concretizzando l’asservimento del popolo italiota mediante i meccanismi capitalistico-finanziari della grande usuraShalom…

Advertisements

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.