Il Parlamento degli “onesti” e dei “papponi” di Stato

La politica non è semplicemente un male necessario, è un bene realistico. La polis greca costituisce forse il primo esempio di società in cui la divisione del lavoro era accompagnata da una divisione di interessi (o alternative speculative) in misura sufficiente da rendere la politica una risposta plausibile al problema di governare una società. Strettamente connesse a questa relazione sono i pelosi elogi che tanti onorevoli del BelPaese fanno dell’etica politica o etica costituzionale, come definizione delle società libere. Essi affermano semplicemente che la gente deve accettare il fatto che i problemi vengano risolti mediante mezzi politici e legali. Vi fu un tempo, come in Tangentopoli, in cui il popolino ebbe una profonda sfiducia nei partiti e nei suoi disonesti rappresentanti, i quali perseguirono i loro fini «egoistici» con strumenti per mezzo dei quali si resero responsabili di bustarelle, mazzette e tangenti. Gli onorevoli, a quanto pare non hanno imparato nulla. Nella XVI Legislatura, dopo anni di saccheggi, alcuni di loro, occupano ancora abusivamente gli scranni parlamentari perchè la Legge dello Stato lo consente. Non esistono quindi garanzie in politicaPoichè il compito della politica è la conciliazione degli interessi contrastanti, non è sufficiente che sia fatta giustizia, ma deve essere ben chiaro che giustizia è stata fatta. L’impalcatura necessaria di questa politica autoreferenziale che si fa Casta, è il precetto clientelare tra le parti: do ut des. Nel nostro (si fa per dire) “Parlamento degli onesti”, siedono attualmente, 84 legislatori (53 deputati e 31 senatori) sotto inchiesta, già condannati, in attesa di processo o rinviati a giudizio per vari reati, tra i più gravi, associazione mafiosa e mala gestione dei fondi pubblici. Dal dopoguerra a tangentopoli, e oltre, nella storia dell’immoralità e della corruzione in Italia.

Da lunedì 17 febbraio 1992, giorno dell’arresto in flagranza di reato per una mazzetta da 7 milioni, di Mario Chiesa, ex presidente del Pio Albergo Trivulzio, fecero visita al carcere milanese di San Vittore: 36 politici, 6 funzionari pubblici e 31 imprenditori. Indagati, invece, ma senza provvedimenti restrittivi, furono altri 11 politici, otto dei quali parlamentari. Le inchieste furono 28.

Oggi, tra Montecitorio e Palazzo Madama, gli onorevoli papponi di Stato sotto inchiesta, già condannati, rinviati a giudizio, o in attesa di processo sono 84 (34 già condannati e 9 beneficiati da “Santa Prescrizione”):

  • 53 deputati
  • 31 senatori

Sembra essere tornati indietro nel tempo, tutti sapevano, tutti sanno, e nessuno si meraviglia. La classifica è guidata dal PDL del collezionista di prescrizioni, Silvio Berlusconi, attualmente con 6 processi in corso: 49 parlamentari (29 alla Camera e 20 al Senato).

Seguono nell’ordine degli “onesti”:

  • PD, 11 (7 Camera, 4 Senato); 
  • LEGA NORD, 6 (4 Camera, 2 Senato);
  • UDC, 5 (4 Camera, 2 Senato)
  • RESPONSABILI, 5 (4 Camera, 1 Senato)
  • API, 1 (1 Senato)
  • IDV, 1 (1 Camera)
  • Gruppo Misto, 6 (3 Camera, 3 Senato)

 

«Io sono un delinquente onesto. Non ho mai fatto politica»
(Al Capone, Tribunale di Chicago – 17 ottobre 1931)

Il 17 marzo di quest’anno si è festeggiato, per decreto, il 150° anniversario della proclamazione dell’Unità d’Italia. Nelle tuonate di culo dei festeggiamenti, è passata in secondo piano un’altra importante ricorrenza: il giorno di San Patrizio. Per gli irlandesi è St. Patrick’s day ed è il loro patrono. E proprio il 17 marzo si commemoravano i 1550 anni dalla sua scomparsa. Per rimediare alla scarsa attenzione prestata all’avvenimento, l’Italia, che da qualche tempo fraternizza con l’Irlanda per debito pubblico, potrebbe prorogare l’esposizione dei tricolori, soprattutto quelli appesi alle finestre e balconi, in particolare tutti quelli la cui pigmentazione è andata via sbiadendo a causa di piogge, venti e sole.

Curiosamente, il verde, il bianco e il rosso della bandiera italiana, col passare dei mesi, vanno scolorendosi assumendo tonalità più vicine al verde muschio e all’arancione scuro, colori che caratterizzano il tricolore irlandese. L’Italia avrà così l’onore di essere l’unica nazione al mondo, dopo la stessa Irlanda, a onorare “alla grande”, San Patrick. Per l’occasione, Dublino e Torino saranno gemellate (per decreto) e ci saranno feste e balli in tutte le piazze che saranno animate dai seguenti gruppi folk:

Nome e Cognome

Partito

In Parlamento

Procedimento giudiziario

Abrignani Ignazio

PDL CAMERA Indagato per dissipazione post-fallimentare
Angelucci Antonio PDL CAMERA

Indagato per associazione a delinquere, truffa e falso

Aracu Sabatino

PDL CAMERA Rinviato a giudizio nella sanitopoli abruzzese
Barani Lucio PDL CAMERA

Richiesta di rinvio a giudizio per abuso d’ufficio

Barbareschi Luca

GRUPPO MISTO CAMERA Indagato per abusivismo
Berlusconi Silvio PDL CAMERA

Sotto processo per frode fiscale (Mediaset), corruzione in atti giudiziari (Mills), frode fiscale e appropriazione indebita (Mediatrade), prostituzione minorile e concussione aggravata (Ruby), diffamazione aggravata dall’uso del mezzo televisivo, abuso d’ufficio (Trani). Altri reati prescritti o estinti per amnistia

Bernardini Rita

PD CAMERA Condannata nel 2008 a 4 mesi per cessione gratuita di marijuana, pena estinta per indulto
Berruti Massimo Maria PDL CAMERA

Condannato in appello a 2 anni e 10 mesi per riciclaggio

Bosi Francesco

UDC CAMERA Indagato per abuso d’ufficio
Bossi Umberto LEGA NORD CAMERA

Condannato per finanziamento illecito

Bragantini Matteo

LEGA NORD CAMERA Condannato in appello per propaganda di idee razziste
Brancher Aldo PDL CAMERA

Condannato in appello a 2 anni per appropriazione indebita e ricettazione

Calderoli Roberto

LEGA NORD SENATO Prescrizione per tafferugli
Caliendo Giacomo PDL SENATO

Indagato per violazione della legge Anselmi sulle società segrete (inchiesta nuova P2)

Camber Giulio

PDL SENATO Condannato in via definitiva a 8 mesi per millantato credito
Cantoni Gianpiero Carlo PDL SENATO

Ha patteggiato una pena di 2 anni per concorso in corruzione e bancarotta fraudolenta

Caparini Davide

LEGA NORD CAMERA

A processo per resistenza a pubblico ufficiale (reato prescritto)

Carra Enzo

UDC CAMERA Condannato per false dichiarazioni
Castagnetti Pierluigi PD CAMERA

Rinviato a giudizio e poi prescritto per presunte tangenti nel ‘91-‘92 sulle concessioni dell’Istituto vendite giudiziarie di Ancona

Castelli Roberto

LEGA NORD SENATO Condannato per danno erariale dalla Corte dei Conti
Cesaro Luigi PDL CAMERA

Indagato per associazione camorristica

Ciarrapico Giuseppe

PDL SENATO

Quattro condanne in via definitiva: violazione della legge che tutela il lavoro minorile, ricettazione fallimentare, finanziamento illecito ai partiti, bancarotta fraudolenta

Cosentino Nicola

PDL CAMERA

Rinviato a giudizio per concorso esterno in associazione camorristica

Crisafulli Vladimiro

PD SENATO

Condannato a 5 mesi, pena sospesa, per occupazione di autostrada per protestare per la mancata apertura dell’Università di Enna. Rinviato a giudizio per concorso in abuso d’ufficio per la pavimentazione fatta con fondi pubblici di una strada che porta alla sua villa

Cursi Cesare

PDL SENATO Indagato per corruzione
De Angelis Marcello PDL CAMERA

Condannato a 2 anni e 6 mesi per banda armata

Del Pennino Antonio

GRUPPO MISTO SENATO Condannato per finanziamento illecito
Di Stefano Fabrizio PDL SENATO

Richiesta di rinvio a giudizio per corruzione

D’Alì Antonio

PDL SENATO Indagato per concorso esterno in associazione mafiosa
Galioto Vincenzo UDC SENATO

Condannato in primo grado per falso in bilancio

Esposito Stefano

PD CAMERA

Indagato, ha versato un’oblazione di 2.000 euro per evitare l’accusa di aver violato la legge elettorale. Prosciolto dal Giudice per l’Udienza Preliminare del Tribunale di Torino in data 03/12/2007

Farina Renato

PDL CAMERA

Condannato a 6 mesi per favoreggiamento, condannato per diffamazione

Fazzone Claudio

PDL SENATO

Rinviato a giudizio per abuso d’ufficio

Firrarello Giuseppe

PDL SENATO

Condannato in primo grado a 3 anni e 6 mesi per turbativa d’asta

Fitto Raffaele

PDL CAMERA

Rinviato a giudizio per corruzione, abuso d’ufficio, peculato, finanziamento illecito ai partiti

Galati Giuseppe

PDL CAMERA

Rinviato a giudizio per associazione a delinquere e truffa

Genovese Francantonio

PD CAMERA

Indagato per abuso d’ufficio per affidamenti fatti durante la sua sindacatura a Messina a un’azienda di servizi

Grassano Maurizio

RESPONSABILI CAMERA

Sotto processo per truffa

Grillo Luigi

PDL SENATO

Condannato in primo grado a 1 anno e 8 mesi per reati bancari nel processo sulla scalata Bpi/antonveneta. Indagato per truffa sulla Tav Milano-Genova: prescritto

Iapicca Maurizio

PDL CAMERA

Rinviato a giudizio per false fatture, falso in bilancio e abuso d’ufficio: prescritto

La Malfa Giorgio

GRUPPO MISTO CAMERA

Condannato per finanziamento illecito

Laganà Maria Grazia

PD CAMERA

Rinviata nel 2010 a giudizio per falso e abuso d’ufficio ai danni dell’Azienda sanitaria di Locri

Landolfi Mario

PDL CAMERA Indagato per concorso in corruzione
Lehner Giancarlo RESPONSABILI CAMERA

Condannato per diffamazione

Lolli Giovanni

PD CAMERA

Prescritto per il reato di favoreggiamento nell’inchiesta sulla missione Arcobaleno

Lombardo Angelo

GRUPPO MISTO CAMERA Indagato per concorso esterno in associazione mafiosa
Lumia Giuseppe PD SENATO

Indagato per diffamazione. È stato querelato dal suo ex addetto stampa

Lunardi Pietro

PDL CAMERA Indagato per corruzione
Luongo Antonio PD CAMERA

Rinviato nel 2009 a giudizio per corruzione nell’inchiesta su affari e politica a Potenza

Malgieri Gennaro

PDL CAMERA

Condannato dalla Corte dei Conti a risarcire 11milioni per la nomina di Alfredo Meocci a dg Rai

Dell’Utri Marcello

PDL SENATO Condannato in appello per concorso esterno in associazione mafiosa
Maroni Roberto LEGA NORD CAMERA

Condannato per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale (pena commutata in multa)

Matteoli Altero

PDL SENATO Indagato per favoreggiamento
Messina Alfredo PDL SENATO

Richiesta di condanna a 1 anno per favoreggiamento alla bancarotta

Milanese Marco

PDL CAMERA Indagato per corruzione, rivelazione segreta e associazione a delinquere
Nania Domenico PDL SENATO

Condannato per banda armata. Condannato in primo grado per abusivismo edilizio: prescritto

Naro Giuseppe

UDC CAMERA Condannato a 6 mesi per abuso d’ufficio
Nespoli Vincenzo PDL SENATO

Indagato per bancarotta fraudolenta e riciclaggio

Nessa Pasquale

PDL SENATO Rinviato a giudizio per concussione
Orlando Leoluca IDV CAMERA

Condannato per diffamazione

Papa Alfonso

PDL CAMERA Indagato a Napoli per corruzione
Papania Antonino PD SENATO

Ha patteggiato una condanna a 2 mesi per aver scambiato regali e assunzioni quando era assessore regionale al Lavoro

Paravia Antonio

PDL SENATO Condannato in primo grado per corruzione: prescritto
Piso Vincenzo PDL CAMERA

Condannato in primo grado a 8 mesi per favoreggiamento

Pistorio Giovanni

GRUPPO MISTO SENATO Condannato dalla Corte dei conti per danno erariale
Pittelli Giancarlo PDL CAMERA

Rinviato a giudizio per associazione a delinquere e truffa. Rinviato a giudizio per lesioni e minacce

Porfidia Americo

RESPONSABILI CAMERA

Richiesta di rinvio a giudizio per tentata estorsione e favoreggiamento alla Camera

Rizzoli De Nichilo Melania

PDL CAMERA Indagata per concorso in falso
Romano Saverio RESPONSABILI CAMERA

Richiesta di rinvio a giudizio per concorso esterno in associazione mafiosa

Rosso Roberto

PDL CAMERA Indagato per associazione a delinquere
Rutelli Francesco API SENATO

Condannato per danno erariale dalla Corte dei Conti

Savino Elvira

PDL CAMERA Indagata per concorso in riciclaggio
Scapagnini Umberto PDL CAMERA

Condannato in primo grado a 4 mesi per abuso d’ufficio (nomina di un consulente) condannato in primo grado a 2 anni per abuso d’ufficio continuato e aggravato

Scelli Maurizio

PDL CAMERA Condannato dalla Corte dei Conti a risarcire 900mila euro per irregolare acquisizione di servizi informatici ai tempi in cui era presidente Croce Rossa
Sciascia Salvatore PDL SENATO

Condannato in via definitiva 2 anni e 6 mesi per corruzione

Serafini Giancarlo

PDL SENATO Ha patteggiato una condanna per corruzione
Simeoni Giorgio PDL CAMERA

Rinviato a giudizio per truffa

Speciale Roberto

PDL CAMERA Condannato a 18 mesi per peculato in appello
Tedesco Alberto GRUPPO MISTO SENATO

Agli arresti domiciliari, indagato per turbativa d’asta e corruzione

Tortoli Roberto

PDL CAMERA Condannato a 3 anni e 4 mesi per estorsione
Verdini Denis PDL CAMERA

Indagato per emissione fatture false e mendacio bancaria

Vizzini Carlo

PDL SENATO Indagato per corruzione aggravata dall’aver favorito la mafia. Condannato in primo grado per corruzione: prescritto
Zinzi Domenico UDC CAMERA

Condannato in primo grado per omicidio colposo

Annunci

11 commenti

  1. […] Ci sono però situazioni in cui i politici gli insulti li meriterebbero davvero. Licenza d’insulto dunque? In parte forse sì ma il motivo di questa “licenza”, va ricercato nelle motivazioni della Corte: «Il diritto di critica riveste necessariamente connotazioni soggettive ed opinabili quando si svolge in ambito politico, in cui risulta preminente l’interesse generale del libero svolgimento della vita democratica». I giudici della Cassazione (a detta di qualcuno cui ci sfugge il nome) sono magistrati e, quindi, “tutti comunisti”. Ergo, è evidente il complotto teso a legittimare l’irriverenza verso il Capobanda. […]

  2. […] Ci sono gli intermediari, i portaborse, i segretari, i funzionari amministrativi, e per salvarli, si fa in modo che vengano eletti in Parlamento, per assicurargli […]

  3. […] e vilipesa nel Diritto, sepolta dal debito pubblico causato da pregiudicati professionisti che si spacciano per politici, sempre più serva degli interessi per il dominio geopolitico dei padroni di Washington e Tel Aviv, […]

  4. […] a farsi strabenedire la filastrocca del taglio del 50% sull’indennità parlamentare. Per deputati e senatori che fanno altro mestiere, incassando più di 9.847 euro mensili netti, l’indennità di carica […]

  5. […] quest’altra porcheria partorita dall’ingegno truffaldino di onorevoli basisti (84 papponi di Stato, indagati e condannati), il Parlamento non solo s’è ridotto al ruolo di ratificatore di decreti legge a colpi di […]

  6. […] a dare una mano». Quella giusta. Ne siamo certi, finirà tutto in una bolla di sapone. Indignati e indagati, vogliono tutti fare politica. Chissà perchè? Anche questa è meritocrazia. […]

  7. […] ridicolo sulla guida dell’esecutivo. Le pruriginose intercettazioni hanno fatto il resto. Il parlamento dei nominati e degli indagati, il tempio della cosiddetta “democrazia”, è stato teatro di episodi di cretinismo parlamentare […]

  8. […] danno il triste annuncio, gli onorevoli basisti tutti, indagati e condannati. I funerali di Stato saranno solennemente celebrati dal maggiordomo Bruno Vespa a “Porta a […]

  9. […] in modo fraudolento, il furto è uno dei principali protagonisti da oltre 2000 anni. Ma i parlamentari condannati sono ancora là, a ingrassarsi con i nostri soldi, a farsi chiamare “onorevoli” da 60 […]

  10. […] e per fortuna sono pochissimi in Italia». Lo ha detto alla Zanzara su Radio 24 l’onorevole pappone di Stato, Giorgio Stracquadanio, del Pdl. «Se fosse vero avremmo i morti di fame per le strade. Si tratta […]

  11. […] che dopo anni di saccheggi è ancora occupato abusivamente da 84 onorevoli ladroni inamovibili (53 deputati e 31 senatori), senza vincolo di mandato, sotto inchiesta, già condannati, in attesa di processo o rinviati a […]


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.