Lodo Mondadori: Berlusconi ci ha guadagnato illecitamente

«Fininvest si salva senza bisogno di nessuna norma
e la norma è molto equilibrata.
La più giusta che si possa immaginare.
Ma non l’ho scritta io. E per Tremonti era sacrosanta
»
[Silvio Berlusconi – presentazione libro di Scilipoti, 07 luglio 2011]

Una delle qualità più brillanti del Capobanda è, e dove Silvio Berlusconi è, nel suo genere, un grande artista e un grande illusionista è nel creare degli stati d’animo, nel rendere comuni delle opinioni sue, nel dare valore di verità inoppugnabili ad affermazioni arbitrarie, spesso a delle trovate polemiche. In questo senso egli conosce bene la psicologia degli italioti. I giudici della II Corte d’Appello di Milano hanno condannato Fininvest a risarcire Cir per la vicenda del Lodo Mondadori alla cifra di 540 milioni 141 mila 059,32 centesimi di euro alla data della sentenza di primo grado dell’ottobre 2009, più gli interessi e le spese decorsi da quel giorno, seppur ridotto da 750 a 560 milioni di euro.

«Io sono un delinquente onesto. Non ho mai fatto politica»
(Al Capone, Tribunale di Chicago – 17 ottobre 1931)

La sentenza: «Per questi motivi la corte accoglie, per quanto di ragione, sia l’appello principale che quello incidentale e per l’effetto in parziale riforma della sentenza del 2009, determina in euro 540 milioni 141 mila 059,32 centesimi l’importo dovuto dalla convenuta alla data del 3 ottobre 2010 quale risarcimento di danno immediato e diretto, e pertanto condanna Fininvest a pagare in favore di Cir SpA tale somma oltre agli interessi legali da detta data al saldo; dichiara compensate per un quarto tra le parti le spese processuali di entrambi i gradi del giudizio; condanna l’appellante Fininvest a riforndere in favore della Cir i residui tre quarti delle spese processuali dei due gradi, come in motivazione partitamente liquidate, per il primo grado in complessivi euro 3 milioni 296 mila, e per il presente grado in complessivi euro 3 milioni 940 mila oltre, per entrambi i gradi di giudizio, al rimborso per le spese generali del 12,5% su diritti e onorari come per legge; pone definitivamente a carico di ciascuna parte per la metà i già liquidati costi della consulenza tecnica d’ufficio; conferma nel resto la sentenza impugnata». Per il giudici, inoltre, Silvio Berlusconi è “correo” nel reato di corruzione: «È da ritenere, ai soli fini civilistici del presente giudizio, che Silvio Berlusconi sia corresponsabile della vicenda corruttiva per cui si procede».

Annunci

3 commenti

  1. […] durante le interviste o durante le trasmissioni televisive. E mentre si continua a discutere dei problemi personali di Berlusconi (fatto questo che favorisce un’opposizione senza idee) lo stato affonda, incapace di gestire il […]

  2. […] sacrifica la cura dei propri interessi per consacrarsi al servizio del BelPaese, un palazzinaro, faccendiere, corruttore, bugiardo, puttàniere, pedofilo, ometto ridicolo o altri “epiteti” che il […]

  3. […] avventure dei politici, di solito, c’è meno danaro e più sesso: sono più libertini che ladri. Il filosofo greco Platone, recitava: «La politica, nella comune accezione del termine, non è […]


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.