SINDROME ORWELLIANA

Perchè siamo in Afghanistan? Per regalare dolci, giocattoli e palloncini colorati ai bambini. Il tenente colonnello dei Carabinieri, Cristiano Congiu, 50 anni, di Roma, è stato ucciso con un colpo di arma da fuoco in Afghanistan, dove era in servizio presso l’ambasciata italiana a Kabul come esperto antidroga (Dcsa). Fonti dell’Arma “precisano” che si è trattato di un fatto di “criminalità comune”. L’ufficiale, centrato alla testa da un colpo di kalashnikov, lascia la moglie e una figlia. Le Agenzie italiote hanno battuto la notizia come “fatto di criminalità comune” poichè non è legata – incredibile ma vero – ad alcun attentato terroristico. Sono 38, con la vittima di oggi, gli italiani morti dall’inizio della “missione umanitaria e di pace” del 2004. Lacrime a comando, profonda commozione e cordoglio bipartisan sono stati espressi dai soliti coccodrilli del BelPaese. Mentre, orwellianamente, sull’episodio ha aperto un’inchiesta la Procura di Roma. LA GUERRA E’ PACE, LA LIBERTA’ E’ SCHIAVITU’, L’IGNORANZA E’ FORZA!

Annunci

1 commento

  1. Da una serie di amici blogger è partita una campagna contro le scie chimiche, per maggiori info potete consultare il mio blog.
    Spero che partecipiate numerosi e che diffondiate l’evento.
    Saluti con un cielo tutto azzurro!


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.