IL «TEOREMA» DEL SOLITO BERLUSCONI

Teorema in greco significa: ciò che si guarda, su cui si specula (θεώρημα). Il degrado della vita politica italiana ha raggiunto limiti estremi pari agli scandali del premier Silvio Berlusconi sminuiti però dai media che, con solite “aperture”, minimizzano fino a giustificare con paradossali acrobazie che loro sono portatori di un’idea alta d’informazione: raccontiamo la realtà senza drammatizzarla. L’opinione pubblica perciò si divide e solo il resto del mondo assiste con stupore. Dovevamo però assistere anche a questa sceneggiata per capire cos’è la libertà di stampa e la correttezza nell’informazione in Italia. La pronuncia della Corte, che ha annullato in parte il legittimo impedimento, uno degli strumenti con cui Berlusconi ha cercato di sottrarsi alla giustizia, non limitandosi di ostacolare il funzionamento delle istituzioni, ma cercando di cambiare la loro natura attraverso una legge che avrebbe alterato l’equilibrio dei poteri, ha portato il premier a dire: «Non mi aspettavo nulla di diverso». Solo un giorno dopo e l’ultimo scandalo che lo interessa: la Procura di Milano annuncia l’apertura di una nuova inchiesta, stavolta indagato per concussione e sfruttamento della prostituzione minorile a causa dell’affaire Ruby (alias Karima El Mahroug), la giovane marocchina “ospite”, secondo l’accusa, in diversi festini ad Arcore, e per le pressioni che il premier avrebbe fatto su funzionari della questura milanese nella notte tra il 27 e il 28 maggio scorsi quando la ragazza, trattenuta per furto, venne poi rilasciata perchè presentata come la nipote del presidente egiziano Mubarak. «Mi difenderò in tribunale, non ho nulla da temere. Non vedo l’ora», ha risposto Berlusconi. L’ordine di comparizione inviato al Presidente del Consiglio, prevede tre date possibili: 21, 22 e 23 Gennaio 2011: Silvio Berlusconi andrà a difendersi o invocherà di nuovo il “legittimo impedimento”?

Dai tabulati telefonici acquisiti dai magistrati della Procura di Milano che indagano sul caso Ruby risulterebbe che la ragazza sarebbe stata ad Arcore 8 volte. A tracciare le telefonate che dimostrerebbero il soggiorno ripetuto più volte, e nei primi anche in tempi piuttosto ravvicinati, specialisti del servizio centrale operativo della polizia. Dai dati, che sarebbero stati consegnati ai magistrati nel dicembre scorso, risulterebbe che Ruby sia stata più volte nell’abitazione del premier a partire da febbraio dello scorso anno (come lei stessa ha dichiarato), alla notte tra il primo e il 2 maggio. Poi il 27 maggio finì in Questura. Intere notti, oppure via all’alba al termine dei festini.

Secondo l’accusa, allo scopo di occultare di essere stato cliente di una prostituta minorenne in numerosi weekend ad Arcore, assicurarsi l’impunità da questo reato e scongiurare che venissero a galla i retroscena delle feste nella sua residenza brianzola, il presidente del Consiglio la notte tra il 27 e il 28 maggio 2010 avrebbe abusato della propria qualità di primo ministro per indurre i funzionari della Questura di Milano ad affidare indebitamente l’allora 17enne marocchina “Ruby”, scappata da una comunità per minori, alla consigliera regionale lombarda pdl Nicole Minetti. Nello stesso comunicato, il procuratore capo della Repubblica di Milano chiarisce che il reato di sfruttamento della prostituzione si sarebbe consumato ad Arcore nel periodo che va da febbraio a maggio del 2010.

Il reato di «concussione» (articolo 317 del codice penale) punisce con la reclusione da 4 a 12 anni il pubblico ufficiale o l’incaricato di un pubblico servizio, che, abusando della sua qualità o dei suoi poteri, costringa o induca taluno a dare o a promettere indebitamente, a lui o ad un terzo, denaro od altra utilità. Al premier è contestato con l’aggravante il reato di «prostituzione minorile» (articolo 600 bis, contestato al premier nella forma del secondo comma) punisce con la reclusione da 6 mesi a 3 anni chiunque compia atti sessuali con un minore di età compresa tra i 14 e 18 anni in cambio di denaro o di altra utilità economica, ed è l’unico caso nel quale il cliente di una prostituta è sanzionato penalmente.

Silvio Berlusconi continua a battere sulla tesi della “persecuzione” per difendersi dal suo nuovo incidente giudiziario, sospeso tra addebiti penali e scandalo a luci rosse, ha detto: «L’ennesimo teorema costruito appositamente per gettare fango sulla mia persona e sul mio ruolo istituzionale nel tentativo, illusorio, di eliminarmi dalla scena politica».

Teorema n°1: SE BERLUSCONI ANDRA’ DAI PM

Il premier potrà avvalersi della facoltà di non rispondere. Se deciderà di rispondere alle domande dei pm, questi dovranno tener conto delle argomentazioni difensive per la loro richiesta finale al giudice. I pm potranno chiedere il giudizio immediato (avendo avvertito di questa eventualità il premier nell’invito a presentarsi) o potranno formulare richiesta di rinvio a giudizio. In via ipotetica potranno valutare convincenti le argomentazioni difensive e richiedere l’archiviazione delle indagini preliminari.

Teorema n°2: SE BERLUSCONI NON ANDRA’ DAI PM

Il premier potrà disertare l’interrogatorio indicando un legittimo impedimento e in tal caso i pm, dopo aver valutato l’impedimento, dovranno fissare una nuova data per l’interrogatorio. Il premier potrà ignorare l’invito a presentarsi per rendere l’interrogatorio e, in tal caso, appare quasi scontato che i pm (entro 90 giorni dalla data di iscrizione di Berlusconi nel registro degli indagati, avvenuta il 21 dicembre scorso) chiederanno al giudice di procedere con giudizio immediato. Ricevuta la richiesta, il giudice entro cinque giorni deciderà se emettere il decreto con il quale dispone il giudizio immediato, oppure – se ritiene che la prova non sia evidente – può rigettare la richiesta, restituendo gli atti al pubblico ministero per l’ulteriore corso del procedimento.

CLICCA SULL’IMMAGINE E LEGGI
IL DOCUMENTO DEPOSITATO ALLA CAMERA
DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE AD ESEGUIRE
PERQUISIZIONI DOMICILIARI
NEI CONFRONTI DEL DEPUTATO BERLUSCONI

Nel Consiglio dei Ministri n°37 del 13 febbraio 2009, Silvio Berlusconi illustrò i contenuti di un DISEGNO DI LEGGE circa la ratifica ed esecuzione della Convenzione del Consiglio d’Europa per la protezione dei minori contro lo sfruttamento e l’abuso sessuale, ampliato nell’ambito di tutela ed inasprito nel sistema sanzionatorio, anche con la previsione di nuove aggravanti, la restrizione di alcune attenuanti ed il prolungamento dei termini di prescrizione.

Pinocchio stava facendo il bagno in piscina. Sul bordo della vasca la Fata Turchina lo sorveglia. Trascorso un pò di tempo la Fata Turchina dice a Pinocchio di uscire dall’acqua. Pinocchio esce e corre verso la Fata, ma inciampa e cadendo finisce con il naso in mezzo alle gambe di lei. “Ahi!” grida lui. Ma la Fata gli sussurra: “Dai Pinocchio , dimmi un’altra bugia!”

Se la barzelletta del “Teorema” la ripeterà davanti ai magistrati, ancora non è chiaro…

Annunci

5 commenti

  1. […] il tribunale competente non è logico che io vada». Indagato dalla Procura di Milano per “sfruttamento della prostituzione minorile e concussione” in merito al caso Ruby, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi la sera del 14 gennaio […]

  2. […] ad accettare un contratto di lavoro indegno, il governo del pregiudicato, vecchio porco, puttaniere e predatore di minorenni Silvio Berlusconi destina, a peso d’oro, 5 milioni di euro per […]

  3. […] potere ha sempre cercato i privilegi, convinto, in fondo, dell’impunità. Il degrado morale è tanto e così diffuso che la parola scandalo ha perso il vero significato: non coinvolge nè la coscienza nè i vari […]

  4. […] non possono fare tutto questo. Deve andare a lavorare a 15 anni e non ha certo il tempo di organizzare festini. Deve subire gli umori degli imprenditori, deve sottostare a leggi che vengono fatte per compiacere […]

  5. […] al servizio del BelPaese, un palazzinaro, faccendiere, corruttore, bugiardo, puttàniere, pedofilo, ometto ridicolo o altri “epiteti” che il collezionista di prescizioni si è (in)gloriosamente […]


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.