GUANTANAMO, E CHE TORTURA SIA

Probabilmente Barack Obama sarà ricordato come il Presidente della promesse non mantenute. Dopo le elezioni di medio termine Obama non ha più né i numeri né la fiducia di molti, e nella legge finanziaria viene inserito un paragrafo che non farà chiudere Guantanamo. Promesse non mantenute. E’ in questo modo che probabilmente gli americani alla fine si ricorderanno di Barack Obama, eletto dal popolo stelle e strisce come l’uomo del “si può fare”, almeno se si hanno i numeri. Barack Obama ha perso le elezioni di medio termine e quindi non solo la maggioranza alla Camera ma anche la fiducia dei suoi elettori e del suo stesso partito. E’ stata votata infatti alla Camera la legge Finanziaria USA che di fatto impedirà la chiusura di Guantanamo e il processo sul suolo americano della presunta mente degli attentati dell’11 settembre. Ora la legge deve passare al Senato ma anche lì, dove Obama ha conservato i propri seggi, l’intenzione è quella di far passare la Finanziaria così come è concepita. Sembra infatti che i democratici vogliano addirittura proporre per le prossime presidenziali nuove primarie, nonostante Obama abbia il diritto a ripresentarsi per il secondo mandato. 

Una cosa del genere era successa solo ai tempi di Lyndon Jonhnson. Lo schiaffo questa volta ad Obama è arrivato attraverso un paragrafo inserito nella Finanziaria che “proibisce l’utilizzo di fondi per trasferire o liberare sul suolo americano Khaled Sheikh Mohammed e qualunque altro prigioniero di Guantanamo” (None of the funds made available in this or any prior Act may be used to transfer, release, or assist in the transfer or release to or within the United States, its territories, or possessions Khalid Sheikh Mohammed or any other detainee held at Guantanamo Bay as of June 24, 2009)  mentre un altro comma comunque assicurerebbe che “nessun fondo fornito al ministero della Giustizia da questa legge o da altre potrà essere utilizzato per l’acquisizione di prigioni allo scopo di rinchiudere persone detenute alla base navale di Guantanamo, a Cuba” (no funds provided to the Department of Justice by this Act or any other can be used to purchase a prison in order to incarcerate any person detained at the naval base at Guantanamo Bay, Cuba). Attualmente nella base navale di Guantanamo, prigione militare fino a pochi anni fa tenuta segreta, sarebbero detenuti 174 prigionieri di cui solo 3 sono stati formalmente condannati, mentre continuano le segnalazioni da parte delle organizzazioni per i diritti dell’uomo che sottolineano come i detenuti siano trattati in violazione alle norme della Convenzione di Ginevra.

Usa: niente chiusura per Guantanamo e che sia tortura
da IRIB WORLD SERVICE REDAZIONE ITALIANA

BARACK OBAMA: «THE WAR WE NEED TO WIN»

It is time to turn the page. It is time to write a new chapter in our response to 9/11. . . .When I am president, we will wage the war that has to be won, with a comprehensive strategy with five elements: getting out of Iraq and on to the right battlefield in Afghanistan and Pakistan; developing the capabilities and partnerships we need to take out the terrorists and the world’s most deadly weapons; engaging the world to dry up support for terror and extremism; restoring our values; and securing a more resilient homeland”.

[Speech in Washington, DC, 08/01/2007]

Annunci

2 commenti

  1. […] via https://ilgraffionews.wordpress.com/2010/12/12/guantanamo-e-che-tortura-sia/ AKPC_IDS += "23756,";Popularity: unranked [?] Posted by admin on dicembre 12th, 2010 Tags: America, Estero Share | […]

  2. […] e tanto più odiosa quanto più occultata continuità di dominio americano sul mondo. Sì, Guantanamo è stata sostanzialmente svuotata. Ma se alcuni prigionieri sono stati rimessi in libertà, altri […]


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.