FALCHI, COLOMBE E PAPPAGALLI BACIAPILE

Lettere al blog. Giriamo ai lettori del blog la mail di G.R da Bari, che scrive: Qualche giorno fa durante una trasmissione su Radio 2 – Un giorno da pecora -, il papalino Rocco Buttiglione ebbe a dichiarare: «Penso che l’omosessualità sia oggettivamente sbagliata». Silvio Berlusconi, coinvolto negli scandali con la minorenne marocchina Ruby,  parlando al salone del motociclo, a Milano, ha replicato: «Meglio essere appassionati di belle ragazze che di gay». La battuta, che aveva un obiettivo preciso, efficace, diretto ai suoi elettori, provocò indignazione, anche se irrompendo di peso sulla scena con una dichiarazione apparentemente gravissima, era mirata al triplice scopo di deviare l’agenda mediatica dallo scandalo Ruby per rinsaldare l’alleanza con la Lega e di strizzare l’occhiolino alla Chiesa cattolica. Domenica scorsa a Perugia, Silvio Berlusconi è stato attaccato frontalmente da Gianfranco Fini che gli ha lanciato il suo ultimatum: «Salga al Colle e dichiari aperta la crisi. Si ridiscutano agenda e programma, noi non ci tireremo indietro. In caso contrario ritireremo la delegazione di Futuro e Libertà dal Governo». Mentre il PDL sembra indebolito, l’ago della bilancia rimane la Lega (ravvedutasi per opportunismo nei dettami tradizionalistici e cattolici, dopo gli infausti percorsi pagani).

Due messaggi precisi: il primo, arriva direttamente dal Forum della famiglia per voce del ministro collotorto Maurizio Sacconi, indirizzato alla Chiesa per ciò che riguarda “Sostegni solo alla famiglia naturale, fondata sul matrimonio, ed orientata alla procreazione”  in aperto contrasto con quanto sostenuto da Gianfranco Fini e gli altri politici di FLI (favorevoli alla laicità dello Stato e contro chi usa l’immigrazione o propaganda per “fini elettorali”), nel momento preciso in cui Benedetto XVI difende la famiglia tradizionale dall’altare della Sagrada Familia a Barcellona, in Spagna; il secondo, lanciato quasi in contemporanea dal presidente da Silvio Berlusconi al leghista Umberto Bossi che “tutto il pacchetto sul federalismo sarà approvato prima di Natale”.

Se anche il papa, nel messaggio inviato a Giorgio Napolitano in occasione del rientro a Roma dalla Spagna, augura all’Italia la “concordia”, i vescovi italiani aprendo la 62/a assemblea generale della Cei ad Assisi guardano con “apprensione profonda” al rischio “che il Paese si divida” e se questo dovesse accadere – ha affermato il presidente della Cei, card. Angelo Bagnasco – “sarebbe un esito infausto per l’Italia, proprio nel momento in cui essa vuole ricordare, a 150 anni dalla sua unità, i traguardi e i vantaggi di una matura coscienza nazionale”. 

Mentre il laico Fini è costretto ad incassare, la Chiesa “contestualizzando” ringrazia. Ma Gianfranco Fini ha un precedente non da poco. Nel maggio del 2009, parlando di bioetica durante un incontro sulla Costituzione con gli studenti di Monopoli, Fini rilanciò il tema della laicità dello Stato: «Il Parlamento deve fare leggi non orientate da precetti di tipo religioso». Chiamata in causa, la reazione della Chiesa non si fece attendere: «Mai pensato di imporre al Parlamento italiano precetti religiosi, ma non taceremo sui temi di bioetica, che riguardano i diritti umani, i dettami costituzionali, la stessa razionalità umana e il bene comune», disse monsignor Elio Sgreccia, presidente emerito della Pontificia Accademia della Vita. Che, senza essere accomodante, incalzò: «Non si tratta di precetti religiosi ma di argomenti basati sulla ragione e il diritto: il fatto che vengano portanti avanti dal clero o da organismi cattolici non deve consentire a nessuno di considerarli come prodotto di una razionalità minore».

Quali scenari? Tutto gira attorno ai bacchetoni leghisti, che hanno tre alternative: continuare a sostenere Silvio Berlusconi nell’attesa di vedere finalmente realizzato il programma federalista; sfilarsi e lasciare che gli altri facciano un governo tecnico che potrà durare solo un paio di mesi; partecipare ai lavori del governo tecnico per completare il federalismo. Questa ultima strada è però la meno percorriblile visto che la Lega, al tavolo del governo tecnico, è improbabile che si presenti con UDC, IDV o PD ecc ecc. Silvio Berlusconi quindi può starne certo, anche i suoi ineffabili elettori, al panettone di Natale ci arriva, meno probabile alla colomba.

da G.R, Bari

L’identikit di FLI:

Camera dei Deputati: 37 deputati
Capogruppo: Italo Bocchino 

Senato della Repubblica: 10 senatori
Capogruppo: Pasquale Viespoli

Coordinatori:

  • Nazionale: Adolfo Urso
  • Organizzazione: Roberto Menia
     
    Europarlamento: 4 eurodeputati
    Ministri: Andrea Ronchi (Politiche Ue)
    Vice-ministri: Adolfo Urso (Commercio Estero)

Sottosegretari:

  • Antonio Bonfiglio (Politiche agricole e Forestali)
  • Roberto Menia (Ambiente)

Salve, Hola, Aloha, Hi, Hello, Salut, Ahoj, Zdravo, Buña, Cześć, Ni hao, Ohayoo, Hej, ЗДРАВИСВАНЕ,  Kaixo, επιφ, Werdesrt, Dag, Bog, Salam, Sawadee khap, Szia, Labas, السلام, 尓好, 여보세요, Boa tarde, Tēnā koe…internauta, benvenuto su Il Graffio News! Questo non è il paradiso terrestre che cercavi ma uno spazio di comunicazione, dove tutti quelli che navigano hanno pari diritti e doveri. Uno spazio aperto a disposizione di tutti i lettori della Rete che avranno il piacere di visitarci, senza vincoli di censura, dove l’unica regola fondamentale richiesta è il buonsenso.

Per chiunque desideri segnalarci o scrivere un proprio articolo: ilgraffionews@libero.it

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.