L’ELMETTO DI SCIPIO

Si vota negli Stati Uniti, l’Iraq occupato e “pacificato” viene devastato da una raffica di attentati, in Afghanistan la Nato e la gendarmeria Usa che le comanda sono ridotte sulla difensiva, le sedi diplomatiche rappresentate ad Atene sono diventate obiettivi sensibili di uno strano terrorismo a 360 gradi, la Francia e il Regno Unito studiano forme autonome di difesa militare… E il BelPaese si diletta invece su presunti o meno presunti amorazzi bunga bunga e/o trans, o meglio, come autorevolmente dichiarato dal “liberale” Guzzantiun ciclico voltagabbana – su un argomento chiave per gli italiani: se sia meglio essere “puttanieri” piuttosto che “froci”. Tutti presi da codesto tragico dilemma, i nostri politicastri rimuovono non soltanto quanto accade nel Sistema d’Occidente – del quale sono sudditi – ma anche quanto succede in Italia.

Rocco Sabelli, amministratore delegato di quella “nuova” Alitalia finanziata dalle tasche dei cittadini per restare la “compagnia di bandiera nazionale”, annuncia una sua propria intenzione di svendere l’Alitalia all’Air France? L’annuncio suscita soltanto qualche commento “stupito” di prammatica. L’Alitalia continua a “esternizzare” tutti i pezzi pregiati che la componevano? Dalla motoristica alle manutenzioni? Nessuno se ne è dato pena. Tanto a “operare” c’erano i Signori Sindacalisti di Cisl e Uil Bonanni e  Angeletti con la penna in bocca dietro il CdA a firmare ogni accordo jugulatorio e di dismissione. Con la venusta Cgil a guardare.

Il Signor Marchionne manda a casa gli operai, inventa nuovi contratti fai da te, delocalizza in mezzo mondo la produzione Fiat (per rendere – dice – produttiva la fabbrica…)? Beh, proprio “produttiva” non sembra, se ha perso, soltanto nel mese di ottobre, il 40 per cento delle immatricolazioni… Il Signor Marchionne, quantomeno, è uno sprovveduto. Oppure un furbastro. Perché perseverare con gli stessi modelli – dopo trentanni di produzione di auto senza mercato, brutte, vecchie, non competitive con gli altri modelli medio-bassi – o è da sconsiderati o è frutto di una strategia che considera il reparto auto della Fiat un onere da liquidare. Noi propendiamo per questa ultima tesi. Non a caso era stato il tanto lodato “Avvocato” a utilizzare la liquidità auto per investimenti “diversificati”: dalle acque ai supermercati.

Il lavoro non c’è? La crisi taglia ogni settore economico? Non quadrano i conti mensili delle famiglie? Questi non sono problemi. Il problema è la telefonata del Cavaliere in favore della signorina Ruby. Consoliamoci.

Come dichiarato dall’Ineffabile La Russa, in Italia di telefonate se ne fanno tante. A suo tempo lo stesso ministro erede di Scipione ne ha fatte tante: “per evitare il carcere ai militanti del Msi”. Ah, questa è nuova. Ruby, già prima di nascere, era del Msi? Mah.

da Ugo Gaudenzi, direttore RINASCITA

L’articolo di Paolo Guzzanti sul Corriere della Sera:

Paolo Guzzanti, senatore del Partito liberale, già esponente del Pdl. ROMA – «Quella di Berlusconi sui gay non è una gaffe, è un messaggio studiato, efficace, diretto ai suoi elettori. È già un messaggio elettorale». Lo dice ai microfoni di Cnr-media il senatore del Partito Liberale Italiano, Paolo Guzzanti, fuoriuscito dal PdL nel 2009. «È una frase che ha una presa popolare – continua Guzzanti – e il messaggio è molto semplice: meglio puttaniere che frocio. Ed è un messaggio rivolto a tanti italiani, uomini e donne. Non dimentichiamo che i fan della sessualità selvatica, e selvaggia, di Berlusconi, sono gli uomini che vorrebbero avere i suoi soldi e le sue donne, ma anche le donne stesse. Non tutte, ovviamente, ma tante. Che dicono “con i tempi che corrono almeno a questo piacciono le donne”. Ricordo le battute quando emerse lo scandalo di Marrazzo, quelli del centrodestra a dire “almeno noi non andiamo con i travestiti”. La battuta di Berlusconi aveva un obiettivo preciso» conclude Guzzanti.

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.