UN NANO SULLE SPALLE DI GIGANTI

Aspirava alla santificazione il ministro della Funzione pubblica Renato Brunetta «Sono meglio di Padre Pio» disse (audio mp3) il 2 ottobre 2008, nel corso della trasmissione “Faccia a faccia” su Radio3. Una battuta, niente di più. Il miracoloso ministro che voleva fare la rivoluzione nei rapporti tra la Pubblica Amministrazione e i cittadini, dopo averne illustrato, a modo suo, tutti i pezzi del puzzle di cui si compone il mosaico della sua Riforma, continua ad insistere che la sperimentazione dei sistemi telematici funziona a meraviglia. Bugia. Numeri alla mano, i tre aspetti più propagandati e annunciati con i suoi soliti e stucchevoli toni trionfalistici, si stanno rivelando un flop: i Certificati medici online; “Mettiamoci la faccia”, l’iniziativa pilota lanciata a marzo 2009 (tre faccine per rilevare la soddisfazione dei servizi offerti dai comuni ai cittadini e utenti per i servizi pubblici erogati agli sportelli) e la Posta elettronica certificata (Pec). Il teorema di Brunetta, secondo cui: «Io non solo ho il consenso del 70% dei cittadini sulle mie iniziative ma ho l’appoggio convinto di almeno la metà dei dipendenti pubblici. Un altro quarto sta a guardare e solo i restanti mi sono contro», si sta dimostrando un fallimento. Ma tant’è! Continua a leggere

Annunci
  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.