RIDOTTA FINIOTA E QUINTA COLONNA SIONISTA

Nel suo intervento nell’Aula del Senato, Giuseppe Ciarrapico attacca duramente il presidente della Camera Gianfranco Fini e i deputati che lo hanno seguito: «Ieri, Ella nobilmente ha ignorato che c’erano 35 rinnegati alla Camera dei Deputati. Quando ho sentito parlare Bocchino, ho pensato che nella tomba si sarebbe rivoltato il mio amico Pinuccio Tatarella. E non poteva essere altrimenti.  Ella, signor presedente, pensava che fosse casuale il rinnegamento. No, era necessario. Gli avevano impartito un ordine, non farci raggiungere i 316 voti fatidici.  Quindi non era rinnegati casuali, erano rinnegati mandati. Erano rinnegati che avevano un compito da svolgere. Signor presidente, 35 parlamentari che non sarebbero mai stati eletti, se non li avesse fatti eleggere lei. Torneranno nell’ombra, come nell’ombra tornerà quella terza carica dello Stato che  Ella, molto generosamente, gli aveva affidato. Fonderà un partito, speriamo che abbia già ordinato le Kippah, con le quali si presenteranno. Perchè di questo si tratta: Chi ha tradito una volta tradisce sempre. L’on. Fini può darsi pure che svolga una missione, è una missione tutta sua personale, se la tenga. Quando andremo a votare, perchè andremo a votare, vedremo quanti voti prenderà il transfuga Fini. Grazie».

Con un gran colpo tonante di culo, dopo le dichiarazioni di condanna da parte di tutti i nominati del parlamentino italiota della Knesset, un raglio d’asino si ode davanti al fatto compiuto. E’ quello dell’on. Fiamma Nirenstein (PDL, eletta nella circoscrizione X della Liguria), la nominata che si può permettere il lusso di ricevere silenziosamente, in tempo di crisi per le famiglie italiane, un finanziamento annuale di 300.000 euro (consultabile integralmente in basso e pubblicato sul mensile ebraico d’informazione e cultura SHALOM del novembre 2009 pag. 31; “Legge Ruben” – decreto legislativo 1733, «Concessione di un contributo in favore della fondazione centro di documentazione ebraica contemporanea, organizzazione non lucrativa di utilità sociale», approvato in Senato il 6 ottobre 2009 e convertito in Legge n. 155/09 del 15 ottobre 2009, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 259 del 6 novembre 2009, testo in vigore dal 21 novembre 2009) per tenere in piedi con l’agente Betulla (on. Renato Farina, PDL, ex giornalista di Libero radiato con infamia dall’Ordine dei Giornalisti e già condannato a 6 mesi – pena patteggiata – per aver collaborato con i Servizi segreti italiani fornendo informazioni e pubblicando notizie in cambio di denaro nell’ambito dell’inchiesta sul rapimento dell’ex imam di Milano, Abu Omar) un Comitato per l’indagine conoscitiva sull’antisemitismo, a spese dei contribuenti s’intende. I suoi livori verso l’intera comunità internettiana, sono noti in ogni angolo del mondo e si perdono nella notte dei tempi. La sua dichiarazione al profumo di pane e vaniglia: «Quelle di Ciarrapico sono parole intollerabili anche per noi del Pdl. Noi dobbiamo opporci a qualunque tipo di antisemitismo, è intollerabile questo atteggiamento, è una questione di civiltà».

Giuseppe Ciarrapico: Limitandoci alle controversie giudiziarie che lo hanno visto protagonista nell’ultima legislatura, va segnalato che nel marzo 2010 la procura di Cassino chiede per l’anziano Giuseppe Ciarrapico il rinvio a giudizio con l’accusa di “stalking a mezzo stampa” che sarebbe stato attuato dal senatore ed editore tramite il quotidiano di sua proprietà Nuovo Molise Oggi, con articoli e vignette, pubblicate quasi giornalmente e contenenti insulti, accuse e allusioni a sfondo sessuale rivolti alla giornalista Manuela Petescia, direttrice dell’emittente Telemolise e moglie di un altro senatore PdL, Ulisse di Giacomo. Nel maggio 2010, poi, la Guardia di Finanza ha sequestrato immobili, quote societarie e conti correnti intestati a Ciarrapico e ad altri soggetti nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Roma, nella quale il vulcanico e controverso “onorevole” è accusato di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Secondo l’accusa le due imprese editoriali controllate dal politico tramite il figlio e dei prestanome avrebbero percepito illecitamente circa 20 milioni di euro di contributi tra il 2002 e il 2007.

EBREATE…

Nella sua replica, in risposta alle dichiarazioni del senatore Ciarrapico, il procuratore della Giudea, Sivio Berlusconi ha dichiarato testualmente: «Da ragazzo ho avuto amici ebrei, che mi hanno raccontato le sofferenze delle loro famiglie. Ho abitato per molti anni, a Milano, proprio di fronte a una scuola israeliana: era anche generosità, perchè ho offerto spesso pranzi e cene. E la visita al campo di sterminio di Auschwitz, insieme all’orrore per la barbarie dell’olocausto, mi ha trasmesso un sentimento di solidarietà incancellabile. Da allora, l’ho detto e lo ripeto, anch’io mi sento israeliano».

Sembra incredibile quanto si diventa felicemente cretini ad ascoltare taluni ragionamenti. Cosa c’entra nel contesto “abitare proprio di fronte a una scuola israeliana” con “la visita al campo di sterminio di Auschwitz” e “un sentimento di solidarietà incancellabile” nei confronti di Israele tanto da prostrarsi così servilmente e concludere da dominatore del campionato «Da allora, l’ho detto e lo ripeto, anch’io mi sento israeliano»?

Amico di molti, vuol mantenere il potere paraculeggiando con tutti. E quando Tel Aviv chiama il cameriere obbedisce. Il 3 febbraio 2010, in servizio permanente, con il suo discorso al Knesset dell’entità sionista, completò tutta la serie di servigi fatti ai padroni. Ci risiamo. Lo smemorato di Arcore, che già si era distinto per quelle vergognose dichiarazioni, con le sue parole, e in una sola frase, ha reiterato la subdola confusione, propagandata da media servili e istituzioni genuflesse, fra tre aspetti che sono diversi fra loro: il giudaismo religioso della fonte biblica, il semitismo culturale del popolo ebraico e il sionismo politico dello Stato d’Israele. Una confusione che viene spesso usata per stroncare sul nascere le critiche a Israele e alla sua politica in Palestina, tacciandole appunto di antisemitismo.

Nemmeno il pappagallo di Gerusalemme e ministro (inutile) Franco Frattini sarebbe arrivato a tanto, Shalom…

MENTRE GLI ITALIANI SONO COSTRETTI A TIRARE LA CINGHIA
COSTRETTI A SUBIRE MANOVRE FINANZIARIE LACRIME E SANGUE
IL PARLAMENTO DEI NOMINATI FINANZIA SILENZIOSAMENTE
CENSORI E RAZZISTI

Approvata la legge che finanzia il CDEC
da Shalom del 01/11/2009, pagina: 31

Presentata da Alessandro Ruben, fornisce un contributo annuo di 300 mila euro.

Dopo un rapido esame e conseguente approvazione presso la commissione cultura della camera, lo scorso ottobre il senato ha approvato – convertendolo in legge con il nome di ‘legge ruben’ – il decreto legislativo 1733 “concessione di un contributo in favore della fondazione centro di documentazione ebraica contemporanea, organizzazione non lucrativa di utilità sociale”. con l’approvazione di questo decreto – presentato su iniziativa del deputato del Pdl alessandro ruben (primo firmatario) e dai deputati, fiano, bertolini, boniver, carlucci, di biagio, fallica, fontana, lainati, levi, nirenstein, Pagano, Picchi, rossomando, sbai e tocci – viene riconosciuto al cdec un finanziamento annuo di 300 mila euro al fine di sostenerne le attività. tale importante finanziamento è stato assegnato, in uno spirito bipartisan dall’intero Parlamento, riconoscendo al cdec un valore culturale, educativo e di ricerca storico-documetaristica di alta rilevanza sociale.

“Sono particolarmente soddisfatto – ha dichiarato a shalom ruben – per due ragioni: in primo luogo perché la mia proposta ha raccolto il consenso unanime di tutto il Parlamento che ha compreso che la lotta all’antisemitismo e al negazionismo passa attraverso un’opera quotidiana di documentazione e di formazione culturale, opera svolta meritoriamente dal Cdec. In secondo luogo perché, pur nella difficile situazione di finanza pubblica, è stato trovato nelle pieghe del bilancio statale questo rilevante finanziamento e di questo va dato pubblico riconoscimento e un ringraziamento al Governo nella sua interezza”.

Un successo tanto più significativo tenuto presente che la legge non è neanche stata discussa in aula, ma approvata in sede di commissione legislativa e di ciò ne ha sicuramente merito anche il presidente della camera fini che ha fortemente contribuito a creare un favorevole contesto per l’iter di approvazione della proposta di legge. il cdec è stato fondato nel 1955, in occasione del decimo anniversario della liberazione dalla federazione giovanile ebraica d’italia, ed ha per scopo «la ricerca e l’archiviazione di documenti di ogni tipo riguardanti le persecuzioni antisemite in italia e il contributo ebraico alla resistenza » e il contrasto ad ogni forma di razzismo e di antisemitismo. il cdec inoltre promuove la divulgazione delle conoscenze acquisite, collabora con enti similari in italia e all’estero, promuove e conduce programmi di formazione per insegnanti, studenti e cittadini. frutto del grande lavoro condotto negli anni sono alcuni prodotti di memorialistica, che sono ormai dei capisaldi della nostra cultura.

«Il libro della memoria» di liliana Picciotto che, tra l’altro nell’edizione del 2001, contiene anche la prefazione dell’allora ministro degli esteri Gianfranco fini. in questo testo è stata ricostruita, con un’opera straordinaria, la storia individuale degli oltre 8 mila ebrei italiani, oggetto della persecuzione. alcuni anni dopo, è uscito il volume, in qualche modo altra faccia della medaglia, «i Giusti d’italia», ossia coloro che in italia salvarono gli ebrei al rischio della propria vita. inoltre ricordo un altro volume importantissimo, edito proprio dalla camera dei deputati, sulle leggi antiebraiche di michele sarfatti, che tra l’altro c’è stato di valido aiuto, quando in questa legislatura, abbiamo apposto nella sala della regina la targa per ricordare l’anniversario della promulgazione delle leggi antiebraiche. sempre sotto l’egida del cdec, grazie all’opera del regista ruggero Gabbai, esperto cinematografico dell’istituto, ha visto la luce il film «memoria», raccolta visiva delle testimonianze dei perseguitati italiani, modello al quale steven spielberg si è ispirato per il suo analogo progetto su scala internazionale. sempre dal cdec è venuta la consulenza scientifica per il film di roberto benigni «la vita è bella». da ultimo, il cdec è stato incaricato della consulenza scientifica per i musei tematici che si stanno costruendo in italia, quello di ferrara, quello di roma e quello di milano, situato nei sotterranei della ferrovia al binario 21. il centro è da sempre consulente presso il ministero dell’interno, per l’applicazione della «legge mancino » contro la discriminazione razziale, etnica e religiosa.

IN PERIODI DI CRISI ECONOMICA, ERA NECESSARIO SPERPERARE QUESTI FONDI PUBBLICI, ALLA FACCIA DI TUTTE LE ESIGENZE PRIMARIE DEL’ITALIA, PER FINANZIARE CHI NON PRODUCE ASSOLUTAMENTE NULLA, A PARTE PROPOSTE LIBERTICIDE E ANTIDEMOCRATICHE, AVENDO SCAMBIATO IL PARLAMENTO DEI NOMINATI E DEGLI INDAGATI CON QUELLO DELLA KNESSET SIONISTA?

300 MILA EURO ALL’ANNO BUTTATI VIA PER FINANZIARE CHI VORREBBE TAPPARE LA BOCCA A CHI DICE LA VERITA’ SUI CRIMINI ISRAELIANI E SUI PROGETTI DI GUERRA GLOBALE CHE CAUSERANNO MORTI E CATASTROFI:

Iniziativa Parlamentare dell On. Alessandro Ruben (XVI legislatura: Eletto nella circoscrizione II, Piemonte 2, nella lista PDL. Dal 30 luglio 2010 iscritto al gruppo parlamentare: FUTURO E LIBERTA’ PER L’ITALIA)

ATTO CAMERA: 2500 Proposta di legge RUBEN e altri «Concessione di un contributo in favore della Fondazione Centro di documentazione ebraica contemporanea – CDEC – organizzazione non lucrativa di utilità sociale»

COFIRMATARI: On. Emanuele Fiano (PD), On. Isabella Bertolini (PdL), On. Margherita Boniver (PdL), On. Gabriella Carlucci (PdL), On. Aldo Di Biagio (PdL), On. Giuseppe Fallica (PdL), On. Gregorio Fontana (PdL), On. Giorgio Lainati (PdL), On. Ricardo Franco Levi (PD), On. Fiamma Nirenstein (PdL), On. Alessandro Saro Alfonso Pagano (PdL), On. Guglielmo Picchi (PdL), On. Anna Rossomando (PD), On. Souad Sbai (PdL), On. Walter Tocci (PD)

  • NATURA: Ordinaria 
  • PRESENTAZIONE: Presentato in data 9 giugno 2009; annunciato nella seduta ant. n. 185 del 10 giugno 2009.
  • Classificazione TESEO: EBRAISMO, CONTRIBUTI PUBBLICI, FONDAZIONI, CENTRI E ISTITUTI DI STUDIO E DOCUMENTAZIONE, CENTRI E STRUTTURE DI UTILITA’ SOCIALE
  • RELATORI: Relatore alla Commissione On. Valentina Aprea (PdL)
  • ASSEGNAZIONE: Assegnato alla 7ª Commissione permanente (Cultura, scienza e istruzione) in sede legislativa il 24 giugno 2009. Annuncio nella seduta ant. n. 193 del 25 giugno 2009. Pareri delle commissioni 1ª (Aff. costit.), 5ª (Bilancio)
da ITER DI COMMISSIONE
  • 8 luglio 2009 (discussione e rinvio)
  • 15 luglio 2009 (discussione e rinvio)
  • 29 luglio 2009 (approvato e trasmesso al Senato)

ATTO SENATO: S.1733 – Proposta di legge RUBEN e altri «Concessione di un contributo in favore della Fondazione Centro di documentazione ebraica contemporanea – CDEC – organizzazione non lucrativa di utilità sociale»

COFIRMATARI: On. Emanuele Fiano (PD), On. Isabella Bertolini (PdL), On. Margherita Boniver (PdL), On. Gabriella Carlucci (PdL), On. Aldo Di Biagio (PdL), On. Giuseppe Fallica (PdL), On. Gregorio Fontana (PdL), On. Giorgio Lainati (PdL), On. Ricardo Franco Levi (PD), On. Fiamma Nirenstein (PdL), On. Alessandro Saro Alfonso Pagano (PdL), On. Guglielmo Picchi (PdL), On. Anna Rossomando (PD), On. Souad Sbai (PdL), On. Walter Tocci (PD)

  • NATURA: Ordinaria
  • PRESENTAZIONE: Trasmesso al Senato in data 29 luglio 2009; annunciato nella seduta ant. n. 249 del 31 luglio 2009
  • Classificazione TESEO: EBRAISMO, CONTRIBUTI PUBBLICI, FONDAZIONI, CENTRI E ISTITUTI DI STUDIO E DOCUMENTAZIONE, CENTRI E STRUTTURE DI UTILITA’ SOCIALE
  • RELATORI: Relatore alla Commissione Sen. Francesco Bevilacqua (PdL)
  • ASSEGNAZIONE: Assegnato alla 7^ Commissione permanente (Istruzione pubblica, beni culturali) in sede deliberante l’11 settembre 2009. Annuncio nella seduta pom. n. 253 del 16 settembre 2009. Pareri delle commissioni 1ª (Aff. cost.), 5ª (Bilancio)

da ITER COMMISSIONE

  • N. 125 (pom.), 16 settembre 2009
  • N. 131 (pom.), 6 ottobre 2009 – Esito approvato definitivamente, articoli discussi 1 e 2

Legge n. 155/09 del 15 ottobre 2009

testo in vigore dal: 21-11-2009

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Promulga la seguente legge:

Art. 1.

1. A decorrere dall’anno 2009, è concesso un contributo pari a 300.000 euro annui in favore della Fondazione  Centro di documentazione ebraica contemporanea – CDEC – organizzazione non lucrativa di utilità sociale, con sede in Milano, allo scopo di sostenere l’azione di perseguimento dei fini istituzionali della medesima Fondazione.

Art. 2.

1. All’onere derivante dall’attuazione dell’articolo 1, pari a 300.000 euro annui a decorrere dall’anno 2009, si provvede mediante corrispondente riduzione della dotazione del Fondo per interventi strutturali di politica economica, di cui all’articolo 10, comma 5, del decreto-legge 29 novembre 2004, n. 282, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 dicembre 2004, n. 307.

2. Il  Ministro dell’economia e delle finanze è autorizzato ad apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio. La presente  legge, munita del sigillo dello Stato, sarà inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addì 15 ottobre 2009

NAPOLITANO

Berlusconi,  Presidente del Consiglio dei Ministri

Visto, il Guardasigilli: Alfano

———

LAVORI PREPARATORI

Camera dei deputati (atto n. 2500): Presentato dall’on. Ruben (PdL) ed altri il 9 giugno 2009. Assegnato alla VII commissione (Cultura, scienza e istruzione), in sede legislativa, il 24 giugno 2009 con pareri delle commissioni I e V. Esaminato dalla VII commissione l’8 ed il 15 luglio 2009 ed approvato il 29 luglio 2009.

Senato della Repubblica (atto n. 1733): Assegnato alla 7ª commissione (Istruzione pubblica, beni culturali),  in  sede  deliberante, l’11 settembre 2009 con pareri delle commissioni 1ª e 5ª. Esaminato dalla 7ª commissione il 16 settembre 2009 ed approvato il 6 ottobre 2009.

Avvertenza:

Il testo della nota qui pubblicato è stato redatto dall’amministrazione competente per  materia, ai sensi dell’art. 10, comma 3, del testo unico delle disposizioni sulla promulgazione delle leggi, sull’emanazione dei decreti del  Presidente della Repubblica e sulle pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana, approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092, al solo fine di facilitare la lettura della disposizione di legge alla  quale è operato il rinvio e della quale restano invariati il valore e l’efficacia.

– Si riporta l’art. 10 del decreto-legge 29 novembre 2004, n. 282 (Disposizioni urgenti in materia fiscale e di finanza  pubblica), convertito in legge, con modificazioni, dall’art. 1, della legge 27 dicembre 2004, n. 307.

«Art. 10 (Proroga dei temimi in materia di definizione di illeciti edilizi)

1. Al decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti ulteriori modifiche: a) nell’allegato 1, le parole: “20 dicembre 2004” e “30 dicembre 2004”,  indicate dopo le parole: “seconda rata” e “terza   rata”, sono sostituite, rispettivamente, dalle seguenti: “31 maggio 2005” e “30 settembre 2005”; b) nell’allegato 1,  ultimo  periodo,  le parole: “30 giugno 2005”, inserite dopo le parole: “deve essere integrata entro il”, sono sostituite dalle seguenti “31 ottobre 2005”; c) al comma 37 dell’art. 32 le parole “30 giugno 2005” sono sostituite dalla seguenti: “31 ottobre 2005”.

2. La proroga al 31 maggio 2005 ed al 30 settembre 2005 dei termini stabiliti per il versamento, rispettivamente, della seconda e terza rata dell’anticipazione degli oneri concessori opera a condizione che le regioni, prima della data di entrata in vigore del presente decreto, non abbiano dettato una diversa disciplina.

3. Il comma 2-quater dell’art. 5 del decreto-legge 12 luglio 2004, n. 168, convertito, con modificazioni, dalla legge  30 luglio 2004, n. 191, e successive modificazioni, è abrogato.

4. Alle minori entrate derivanti dal comma 1, valutate per l’anno 2004 in 2.215,5 milioni di euro, si provvede con quota parte delle  maggiori entrate derivanti dalle altre disposizioni contenute nel presente decreto.

5. Al fine di agevolare il perseguimento degli obiettivi di finanza pubblica, anche mediante interventi volti alla riduzione della pressione fiscale, nello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze è istituito un apposito «Fondo per interventi strutturali di politica economica», alla cui costituzione concorrono le maggiori entrate, valutate in 2.215,5 milioni di euro per l’anno 2005, derivanti dal comma 1».

Gazzetta Ufficiale n. 259 del 6 novembre 2009

Annunci

5 commenti

  1. Sacrosante verità.
    Ti lascio questi altri “indizi”
    http://pensandolibero.altervista.org/ciarrapico-e-le-mezza-verita/

  2. […] di polizia d’Israele e a prendere un periodo imprecisato di congedo. Ricordiamocelo quando “gli amici di Israele” lanceranno la loro offensiva sui social network, giornali e talk […]

  3. […] Ruben (l’autore del vergognoso finanziamento da 300.000 euro sottratto alle tasche degli italiani), deputato Fli e consulente per le questioni estere (o ebraiche) di Fini spiegò saggiamente: […]

  4. […] di polizia d’Israele e a prendere un periodo imprecisato di congedo. Ricordiamocelo quando “gli amici di Israele” lanceranno la loro offensiva sui social network, giornali e talk […]


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.