LA SOCIETA’ DEL CONTROLLO GLOBALE

Vi sarà capitato di vedere, mentre leggevate la vostra posta elettronica o mentre stavate guardando un qualsiasi sito web, un banner pubblicitario che presentava casualmente offerte di libri, macchine, voli aerei e tante altre cose che voi avevate cercato in precedenza; magari vi sarete detti dentro di voi “nulla di strano!” o avrete pensato semplicemente ad una casualità dovuta alla fortuna o al fatto che quello che stavate cercando era il must del momento. Siete stati troppo buoni e forse un po’ troppo ingenui perché, nella società del controllo globale, nulla viene lasciato al caso. E’ bene iniziare a pensare che ogni cosa che succede quotidianamente ha un perché, un perché che molte volte è vigliacco, abominevole e, spesso, non è svelato dai media cosidetti tradizionali.

Su internet ci sono dei software spia che con un solo click di mouse riescono a raccogliere ed a immagazzinare tantissime informazioni personali. Vediamo come funziona e come grandi aziende societarie, ogni giorno, ci controllano e rivendono i nostri dati al miglior offerente. Ogni volta che si visualizza un qualsiasi sito web, vengono tracciati dei file che osservano il comportamento dell’utente nella rete e piano piano riescono a svilupparne un profilo che è aderente alla realtà. Una volta immagazzinate le informazioni, le varie società, vendono i nostri dati ad agenzie pubblicitarie che cercano un consumatore di un certo tipo ed è così che, in un tempo brevissimo, il banner pubblicitario raggiunge direttamente il vostro personal computer.

Ma si, sarà solo un po’ di pubblicità!” “Che male potrà farci?” “Magari trovo l’offerta che cercavo!”, queste potrebbero essere le considerazioni dell’uomo massa, peccato però che con questo sistema non solo potranno offrirci qualcosa che realmente ci interessa ma anche controllarci capillarmente.

Tutto questo succede mentre il presidente degli Usa Barack Obama vorrebbe concedere all’FBI il potere di effettuare intercettazioni informatiche consentendo di esaminare e-mail e siti visitati senza il permesso del giudice. Come se non gli bastassero le oltre 1.7 miliardi di telefonate, e-mail e comunicazioni di ogni tipo che i sofisticati apparecchi dell’FBI captano ogni giorno. Le Associazioni per il diritti Civili, hanno più volte denunciato, inutilmente, le violazioni della privacy. Il diritto dell’anonimato per chi naviga nella rete è ormai solo triste teoria, anche perché, il tutto, viene giustificato dal Grande Fratello con la fantomatica lotta al terrorismo.

Ma se tutto questo non vi basta, potete continuare ad essere tracciati su facebook alla ricerca di nuovi amici per avventure intriganti a colpi di tastiera e, se non trovate amici, potete sempre comprarli ad un costo insignificante. Cercate su internet, il risultato è sicuro. George Orwell nel romanzo “1984”, nello slogan del Ministro della Verità scriveva: “La guerra è pace, la libertà è schiavitù, l’ignoranza è forza”. Questa è la triste realtà…

da Fabio Polese, RINASCITA

ORWELL 1984 – L’ambientazione del romanzo: In un futuro prossimo (l’anno 1984) la Terra è suddivisa in tre grandi potenze totalitarie perennemente in guerra tra loro: Oceania, Eurasia ed Estasia che sfruttano la guerra perenne per mantenere il controllo totale sulla società. In Oceania, la sede dei vari ministeri (Ministero dell’Amore, dell’Abbondanza, della Verità e della Pace) è Londra. Ovunque nella città sono appesi grandi manifesti che ritraggono il Grande Fratello, con la didascalia Il Grande Fratello ti vede.

Il Ministero della Verità (o Miniver in neolingua) si occupa dell’informazione e della propaganda. Il Ministero della Verità ha sede in un grande palazzo di forma piramidale in cemento bianco, che sale a gradini per un’altezza di cento metri. Contiene tremila locali al piano terra e altrettanti in ramificazioni sotterranee. Sulla facciata si possono leggere tre slogan del partito del Socing (Socialismo Inglese in neolingua):

LA GUERRA E’ PACE
LA LIBERTA’ E’ SCHIAVITU’ 
L’IGNORANZA E’ FORZA

La società è amministrata secondo i principi del Socing, un’evoluzione del Comunismo, e governata da un onnipotente partito unico con a capo il Grande Fratello, un personaggio che nessuno ha mai visto e che tiene costantemente sotto controllo la vita di tutti i cittadini. Il partito è a sua volta diviso in Partito Interno e Partito Esterno. I suoi occhi sono dei televisori-telecamere, installati per legge in ogni abitazione dei membri del Socing e che i membri del Partito Esterno non possono spegnere. Questi televisori-telecamere, oltre a diffondere 24 ore su 24 propaganda, spiano la vita di qualunque membro del Socing esterno.

Il partito è Governato dal Minamor, il Ministero dell’Amore, la cui funzione è di controllare i membri del partito ed a convertire i dissidenti alla ideologia del partito. Il Minamor è dotato di un organo investigativo, la psicopolizia, che interviene in ogni situazione sospetta di eterodossia e deviazionismo. Al di sotto del partito unico stanno i Prolet, che non hanno alcun potere nè privilegio, fanno i lavori pesanti in cambio del minimo di sussistenza, ma hanno il vantaggio di non essere controllati se non in modo indiretto.  e gli slogan del partito: «la guerra è pace», «la libertà è schiavitù», «l’ignoranza è forza».

I membri del Socing vivono in moderni palazzoni alveare nella città nuova, mentre i Prolet vivono separati dai primi nella città vecchia. L’unica forma di pensiero ammissibile in Oceania è il Bispensiero (ispirato al Materialismo dialettico leninista), un pensiero che esige che la mente si adatti senza resistenze alla realtà così come definita dal partito e cancelli ogni dato divergente ed ogni forma di obiezione. Come recitano alcuni slogan del partito, “La menzogna diventa verità e passa alla storia”, “Chi controlla il passato controlla il futuro: chi controlla il presente controlla il passato”.

La lingua che si parla in Oceania si sta trasformando così in Neolingua, un nuovo linguaggio in cui tutte le parole assumono solo il significato che il partito unico vuole che abbiano: tutti i concetti che potrebbero portare ad un pensiero critico verso il Socing vengono accuratamente cancellati, e così le parole non piegabili alla politica del partito. Con la creazione della neolingua il partito censura quindi l’utilizzo di molte parole, convogliando quelle sgradite (come ad esempio “libertà, democrazia, verità” e qualsiasi argomento che a queste possa ricondurre) nell’unico termine “psicoreato”: in questo modo diventa impossibile formulare, e a lungo andare anche solo pensare ad un argomento “proibito”. I semplici concetti che renderebbero discutibile l’operato del partito diventano inesprimibili. Ad esempio la frase “ogni uomo è libero” diverrebbe “ogni uomo è PSICOREATO”. La stessa parola “psicoreato” va ben oltre il divieto di esprimersi, ma si spinge appunto a vietare anche solo di pensare in modo divergente dai dettami del governo totalitario sotto il Grande Fratello.

Le scienze umanistiche sono di conseguenza cambiate: ora, dai testi si espelle tutto quanto non sia in linea con le idee del momento del Socing. Tutti i fatti che rivelino contraddizione o fallibilità del partito vengono perodicamente e sistematicamente cancellati e sostituiti. La storia non esiste più, se non per dare ragione al partito. Ci si aspetta che gli uomini si adeguino, cancellino la memoria dei fatti indesiderati e la sotituiscano con una nuova memoria dei fatti così come il Partito vuole che si ricordino. Così, per esempio, l’Eurasia da nemico acerrimo passa ad alleato di sempre, e nessuno deve rilevarne la contraddizione o portare memoria della precedente ostilità.

Annunci

1 commento

  1. […] gli espedienti per distrarre gli elettori e continuare a tenerli al guinzaglio. E mille e mille i sistemi per costituire sempre nuove clientele da abbindolare o da blandire a secondo della […]


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.