IL MIGLIOR SINDACATO E’ IL LAVORATORE

Lettere al Blog. Giriamo ai lettori del blog la mail di C.M. da Aversa (Ce), che scrive: La FIAT, per rilanciare lo stabilimento di Pomigliano spostando su questo sito la Panda ora prodotta in Polonia, ha posto condizioni durissime. La FIOM ha giustamente rifiutato di sottoscrivere un accordo che somma pesanti richieste produttivistiche ed espliciti vincoli antisindacali, ma è rimasta sola e la sua posizione non è andata oltre la difesa, sacrosanta, del principio. Delle dificoltà oggettive abbiamo detto, ma ad esse si aggiunge una debolezza sindacale che viene da lontano. Se in questa occasione la FIOM si è mostrata meno permeabile alle pressioni politiche, le divisioni sindacali che la FIAT ha potuto sfruttare hanno una storia.

Esse hanno origine nell’utilizzo parlamentaristico delle organizzazioni sindacali praticato da tutte le correnti politiche borghesi, a cominciare da quell’opportunismo di ascendenza PCI i cui esponenti – oggi riciclati sotto l’ennesima etichetta del PD – sono stati tra i primi ad accorrere in soccorso alla FIAT vittoriosa. C’è un’altra dimensione della debolezza sindacale, ed è quella europea, poichè il problema di fondo è che la FIAT paga i lavoratori polacchi la metà di quelli italiani. Se una lotta comune tra operai italiani e polacchi oggi appare del tutto astratta, è perchè manca un sindacato europeo. Affermare il principio sarebbe almeno un seme piantato per l’avvenire, quando i rapporti di forza per l’operaio europeo non fossero così sfavorevoli da costringere alla mera difesa. Invece si aggiunge ritardo al ritardo, e l’idea che la FIAT possa mettere in concorrenza italiani e polacchi appare come un fulmine a ciel sereno.

Il ritardo accumulato ha persino una misura oggettiva. Poco meno di vent’anni fa, nel dicembre 1991, già se ne discuteva la necessità. La FIAT era allora in procinto di prendere il controllo della polacca FSM, a cui già stava facendo produrre la “nuova 500”, city car dell’epoca: nello stabilimento di Tychy. Possono vedere il comportamento degli esponenti delle classi dominanti, da anni sprofondati in un pantano di reciproche accuse di corruzione ma pronti ad impancarsi a censori del comportamento dei salariati; devono segnarsi lo sfacciato utilizzo delle loro traversie da parte di tutte le correnti parlamentari, tanto chi oggi attacca la FIOM per accreditarsi come forza politica responsabile quanto di chi mette nello stesso mazzo le misure antisindacali di Pomigliano con le schermaglie parlamentari sulle intercettazioni, nelle faide tra miliardari tra televisioni e carta stampata.

da C.M, Aversa (Caserta)

Salve, Hola, Aloha, Hi, Hello, Salut, Ahoj, Zdravo, Buña, Cześć, Ni hao, Ohayoo, Hej, ЗДРАВИСВАНЕ,  Kaixo, επιφ, Werdesrt, Dag, Bog, Salam, Sawadee khap, Szia, Labas, السلام, 尓好, 여보세요, Boa tarde, Tēnā koe…internauta, benvenuto su Il Graffio News! Questo non è il paradiso terrestre che cercavi ma uno spazio di comunicazione, dove tutti quelli che navigano hanno pari diritti e doveri. Uno spazio aperto a disposizione di tutti i lettori della Rete che avranno il piacere di visitarci, senza vincoli di censura, dove l’unica regola fondamentale richiesta è il buonsenso.

Per segnalare o scrivere un articolo: ilgraffionews@libero.it

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.