L’IMPRENDITRICE DEI POVERI

Lettere al Blog. Giriamo ai lettori del blog la mail di L.R. da Trento (scusandoci per il ritardo), che scrive: mercoledì 14 luglio scorso a Bangalore, India, è morta suor Nancy Pereira, la suora indiana che inventò il microcredito. E’ stata una delle prime religiose ad adottare lo strumento del microcredito per aiutare i poveri nell’avvio di attività lavorative in proprio. L’Imprenditrice dei poveri: così fu definita da papa Giovanni Paolo II.

Nata nello stato indiano del Kerala, nel sud-ovest del Paese, aveva vissuto nelle baraccopoli di Bangalore. A 19 anni entra come postulante nelle suore salesiane. Dal noviziato in poi, per cinquant’anni, suor Nancy Pereira vive a Madras, nel sud dell’India. Nel 1993 viene trasferita a Bangalore, e fonda l’associazione FIDES (Family integral development eduacation scheme), un progetto di recupero sociale e di emancipazione culturale, rivolto alle famiglie dei villaggi e delle periferie urbane (slums). Il «Fondo per i poveri» che consente di accedere al credito a un tasso di interesse esiguo, viene inaugurato da suor Nancy grazie a una somma iniziale stanziata dalla provincia di Bolzano ed il suo impegno a favore di un aiuto non assistenziale verso i più poveri viene riconosciuto nel 1998 con il premio Bellisario, un Riconoscimento nato nel 1989 in ricordo di Marisa Bellisario, che ogni anno premia le donne che si sono distinte nella professione, nel management, nella scienza, nell’economia e nel sociale a livello nazionale ed internazionale.

A Ulsoore, slum di Bangalore, in mezzo alla miseria, suor Nancy Pereira comincia la sua opera. Nel giro di pochi anni la mortalità infantile scompare e così pure le morti per parto. Circa 15 mila persone, hanno un reddito sicuro e molti bambini acquisiscono il diritto allo studio. Con il progetto del «microcredito», cioè la possibilità per i più poveri di ottenere dei prestiti (grazie alla somma iniziale di 350 mila rupie elargite dalla provincia autonoma di Bolzano), suor Nancy inizia a lavorare avviando un progetto di formazione al risparmio della durata di due anni.

Il progetto si realizza nella fondazione della «Banca dei Poveri»: ogni settimana le donne consegnano i loro risparmi, che vengono depositati in banca. Raggiunta una certa soglia, si comincia a redistribuirli sotto forma di piccoli prestiti, per le spese improvvise cui una famiglia non riesce a far fronte. Per il prestito serve il consenso di tutto il gruppo. Sulla somma erogata è applicato l’interesse dell’1%, che va ad alimentare un fondo generale per lo sviluppo. Il gruppo ha, inoltre, il compito di garantire i prestiti più consistenti che, però, eroga una struttura più grande. 

La struttura che organizza i corsi e gestisce i crediti è chiamata «FIDES» (Family Integral Development Education Scheme) ed è un ente morale di sviluppo per le famiglie. I crediti concessi finanziano progetti per la creazione di reddito: laboratori di artigianato, mercatini ambulanti, allevamento di animali, costruzione o ampliamento di case da dare in affitto. Chiunque voglia ottenere un prestito da «FIDES», deve aver frequentato il 75% degli incontri formativi da esso organizzati e deve essere titolare di un libretto di risparmio nel quale è depositato almeno il 10% di quanto chiede. Inoltre, deve imparare a leggere e a scrivere per poter gestire in autonomia la propria iniziativa imprenditoriale. Protagoniste assolute dei progetti «FIDES» sono le donne che, grazie alle iniziative di suor Nancy, si sono riscattate da una situazione di schiavitù.

Grazie soprattutto alla sua creativa solidarietà ha fondato numerosi gruppi per la promozione delle donne SHG (Self Help Group), elaborando vari programmi di sviluppo: IGP (Incombe Generating Programme) perché i poveri potessero vivere un’esistenza degna giungendo ad un’autonomia economica. Durante la sua vita suor Nancy ha ricevuto 5 riconoscimenti internazionali per il suo servizio ai poveri. A volte, persone estremamente piccole, riescono in cose estremamente grandi, ciao Nancy.

da L.R, Trento

Salve, Hola, Aloha, Hi, Hello, Salut, Ahoj, Zdravo, Buña, Cześć, Ni hao, Ohayoo, Hej, ЗДРАВИСВАНЕ,  Kaixo, επιφ, Werdesrt, Dag, Bog, Salam, Sawadee khap, Szia, Labas, السلام, 尓好, 여보세요, Boa tarde, Tēnā koe…internauta, benvenuto su Il Graffio News! Questo non è il paradiso terrestre che cercavi ma uno spazio di comunicazione, dove tutti quelli che navigano hanno pari diritti e doveri. Uno spazio aperto a disposizione di tutti i lettori della Rete che avranno il piacere di visitarci, senza vincoli di censura, dove l’unica regola fondamentale richiesta è il buonsenso.

Per segnalare o scrivere un articolo: ilgraffionews@libero.it

Annunci

1 commento

  1. In rete gira questo dossier sulle frottole del signoraggio:

    http://digilander.libero.it/togiga/signoraggio.pdf

    e un gruppo facebook che debunkera le idiozie dei complottisti:

    http://www.facebook.com/pages/Signoraggio-informazione-corretta/279217954594

    la teoria del complotto del signoraggio è una bufala di stampo neonazista

    http://signoraggisti.blogspot.com

    http://it.wikipedia.org/wiki/Signoraggio
    http://it.wikipedia.org/wiki/Teorie_del_complotto_sul_signoraggio

    Occhio 😉

    Segnalo anche questi video:



    Il signoraggio si studia nelle università, dietro di esso non c’è nessun complotto e soprattutto non c’entra una mazza con il debito pubblico. Magari sarebbe meglio ascoltare più professori universitari, tecnici ed esperti invece di credere a tutto quello che i complottisti mettono su internet Per chi volesse discuterne il gruppo facebook è aperto a tutti


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.