LA VOCE E LA RABBIA DEL POPOLO AQUILANO

Nel primo pomeriggio, un corteo di terremotati aquilani, che da questa mattina manifesta a Roma, ha sfondato il cordone delle forze dell’ordine in via del Plebiscito, arrivando davanti a Palazzo Grazioli, residenza romana del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ripetendo lo slogan «più forti, meno gentili». Dopo meno di mezz’ora, i dimostranti si sono ritirati pacificamente, tornando sul percorso del corteo autorizzato. Davanti a Palazzo Grazioli, dov’era in corso un vertice del Pdl, i manifestanti hanno sventolato cartelli, cantato slogan contro Berlusconi e agitato decine di bandiere coi colori dell’Aquila, urlando «vergogna, vergogna». Spintoni e manganellate, due ragazzi feriti. Maroni: “Verificherò responsabilità negli scontri“. Il sindaco Cialente: “Dopo il terremoto anche le botte”. Giovanardi: “A lavorare”.

S’ils n’ont plus de pain, qu’ils mangent de la brioche! «Se non hanno pane, che mangino le brioches!». Con questa frase, indirizzata al primo ministro mentre la avvisava sulla scarsità del pane per il popolo, prossimo a scatenare la Rivoluzione, Maria Antonietta è passata alla storia. La Cricca dei nominati in Parlamento, legittimamente impedita, è avvisata. Truffaldini, ladri, indagati, inquisiti, affaristi, mafiosi e palazzinari senza dignità e vergogna. La storia si ripete, roba da perdere la testa…

Annunci

4 commenti

  1. […] Charlotte 14, gentilmente donato da una nobildonna sia suo, di suo cognato o di qualcun altro; i terremotati abbruzzesi di Onna, almeno quelli che ancora non vivono nelle 118 tendopoli made in Arcore, abitano in […]

  2. […] con una battuta indegna, ricordò a tutti italiani di avere 20 case. Applausi da sfrattati, terremotati e da chi una casa di proprietà (come il sottoscritto cassintegrato) la potrà vedere soltanto […]

  3. […] Il 6 aprile è un giorno che rimarrà impresso nella storia del secolo: sarà al fianco dei terremotati abruzzesi per le celebrazioni a ricordo dei 309 martiri della città dell’Aquila, oppure, sarà in […]

  4. […] posti di lavoro, più case per tutti, edificare new town e costruzioni lampo per i rimanenti 37mila terremotati abbruzzesi con tanto di elettrodomestici nuovi e lenzuola firmate, azzerare il debito pubblico, eliminare il […]


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.