LE PROVE FALSE DI ISRAELE SULL’ABBORDAGGIO

Da AGORAVOX.IT: Nei commenti apparsi su Wittgenstein c’è un video da cui sono tratte le foto in oggetto stamane. Il video mostra gli oggetti fotografati che sarebbero stati trovati dall’esercito israeliano sulla Mavi Marmara: le immagini corrisponderebbero a una parte di quelle mostrate in mattinata e, precisamente, quelle prese con una Nikon D2XS. Nonostante le date tra le foto ed il video non coincidano non ci sono evidenze che mostrino che questo video sia falso. Possiamo solo immaginare che il fatto che tre macchine fotografiche su 4 abbiano una data differente sia solo una coincidenza. Trattasi di un video realizzato dall’esercito israeliano e caricato solo poche ore fa sul canale YouTube, appena un’ora dopo la pubblicazione dell’articolo su AgoraVox Francia e in contemporanea con AgoraVox Italia. Le foto sono state pubblicate il 31 maggio (e postate il 2 giugno) mentre il video è apparso solo oggi e all’inizio appare, chiaramente, la dicitura “Thursday, June 3d 2010”. Il dubbio è nato poiché gli altri apparecchi fotografici riportano altre date ed altre ore di presa. I momenti degli scatti sono differenti, si alternano momenti di buio e luce. Abbiamo ritenuta doveroso riportare la notizia con i condizionali del caso e ringraziamo chi ha commentato AgoraVox e chi ha ripreso la notizia permettendo di verificarla. L’utilizzo dell’intelligenza collettiva, per dirla alla Dan Gillmore, ha permesso di verificare meglio una parte della notizia.

[I dubbi sulla vicenda rimangono aperti e se avete segnalazioni non esitate a inviarle sulla loro casella redazione: redazione@agoravox.it

Update 09.34: un pezzo che spiega un po’ meglio come sono andate le cose, lo trovate qui. Grazie a tutti coloro che ci hanno aiutato a capire meglio la situazioneUpdate 17.10: Come da spirito del giornalismo partecipativo postiamo questo update grazie alle segnalazioni dei lettori. Ci sorprende che le macchine siano settate in default. Il dubbio è nato poiché significa che 3 macchine su 4 hanno ancora settaggi di fabbrica e una riporti un’ora sbagliata. Ci chiediamo se sia possibile che macchine che devono essere usate per testimoniare delle prove alla luce dell’opinione pubblica riportino date differenti. Tutto è possibile ma pensiamo che delle persone che vogliano raccogliere delle evidenze si premuniscano in questo senso. Certo è possibile che sia solo un caso e, infatti, abbiamo lasciato il beneficio del dubbio ma è davvero una casualità eccessiva.
Gli orari sulle foto sono molto distanti tra loro e le foto sono prese in momenti differenti della giornata. Anche questo ci fa dubitare della veridicità.

Le prove delle armi ritrovate, secondo il governo israeliano, a bordo della Freedom Flotilla sarebbero delle foto scattate tra il 2003 e il 2006?

Il governo israeliano ha pubblicato ieri sulla sua pagina di Flickr, una serie di foto “spaventose” che incrimenerebbero la nave Marmara, il battello assalito dai militari israeliani qualche giorno fa, dove sono state uccise almeno 10 persone.

Secondo la versione del governo israeliano, a bordo della nave sarebbero state trovate numerose armi da taglio, bastoni, mazze, coltelli e persino accette, oltre che giubbotti antiproiettili e coperture imbottite. Un vero arsenale, e le foto sarebbero le prove certe delle intenzioni violente dei “pacifisti”.

Eppure, a uno sguardo più attento, qualcosa non quadra. Flickr infatti registra automaticamente tutti i dettagli sulle foto che vengono pubblicate e offre agli utenti la possibilità di consultare questi dati. Si chiamano dettagli EXIF: marca della macchina fotografica, data e ora esatte dello scatto, è tutto scritto. Compare persino un eventuale ritocco fatto tramite Photoshop, che è segnalato dettagliatamente come modifica. 

Sfortunatamente per il governo israeliano, la maggior parte delle foto pubblicate ieri, risalgono addirittura al 2003. Altre, più recenti tra queste, non sono che del 2006.
 
E’ il caso di questa foto, che dovrebbe mostrare dei giubbotti antiproiettili; la scheda EXIF mostra che è stata scattata il 7 febbraio 2006. Stessa storia per questi sofisticati visori infrarossi, ultravioletti e chissà cos’altro, che i pacifisti della Freedom Flotilla avrebbero utilizzato durante gli scontri, e per questa sega circolare.
 
Ancora più assurde le foto che risalgono al 2003, dove ci viene mostrata un’ascia e delle bombe lacrimogene.
 
Ora ci chiediamo, se si è trattato di un errore di settaggio della data di memorizzazione degli apparecchi, come mai l’errore riguarda non una bensì quattro macchine fotografiche? E se si trattasse davvero di un bug, resta il dubbio che riguarda quelle foto scattate ad orari piuttosto strani, come questa, che secondo il dato appena sotto la foto sarebbe stata presa alle 5:20 del 31 maggio (mentre la data orginale, a destra, ci dice che è del febbraio 2006), e cioè appena mezz’ora dopo l’attacco dei commando israeliani. In appena mezz’ora la marina israeliana avrebbe avuto il tempo di precipitarsi a bordo della nave, disarmare i pacifisti – che, proprio secondo le foto, sarebbero stati armati ed equipaggiati di tutto punto – ucciderne una decina (en passant) e portare le armi del delitto allo scoperto, sotto un bel sole (alle cinque del mattino?) per fotografarle? A noi qualche dubbio è venuto. 
 
Forse ai lettori italiani tutta questa presunta messinscena governativa ricorderà i fatti di Genova del 2001, dove ufficiali della polizia di stato portarono come prove giustificanti l’irruzione alla scuola Diaz, le foto di alcune bombe molotov, che si scoprì poi esser state requisite da tutt’altra parte e in tutt’altro momento.

Annunci

3 commenti

  1. […] il video (fonte militare israeliana pubblicata su YouTube il 3 giugno scorso) dell’abbordaggio alla […]

  2. […] di 9 civili (testimoni parlano di più corpi buttati in mare) e decine di feriti, la macchina della propaganda sionista continua a fare la sua […]

  3. […] alla nave Mavi Marnara, presentate a propria discolpa da Israele, risulterebbero false. Il Comunicato Stampa dell’IDF (emesso il 5 giugno scorso alle ore 18:09 e relativo al video […]


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RSS QUOTIDIANO RINASCITA

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.